Scrutini finali, il 4 può diventare 6 ma serve dettagliata motivazione

di Lucio Ficara,  La Tecnica della scuola, 8.6.2019 

– Nella settimana che va dal 10 al 15 giugno si concluderanno tutti gli scrutini finali e verrà convocato l’ultimo Collegio docenti dell’anno scolastico 2018/2019. È utile sapere che i voti di Consiglio che modificano le proposte presentate dai singoli docenti devono essere deliberate con motivazione nel verbale degli scrutini.

Il 4 può diventare 6, ma con motivazione deliberata

Secondo quanto previsto dal Regio Decreto n.653 del 1925, all’art 79 dispone: “i voti si assegnano, su proposta dei singoli professori, in base ad un giudizio brevemente motivato desunto da un congruo numero di interrogazioni e di esercizi scritti, grafici o pratici fatti in casa o a scuola, corretti e classificati durante il trimestre o durante l’ultimo periodo delle lezioni. Se non si ha dissenso, i voti in tal modo proposti s’intendono approvati; altrimenti le deliberazioni sono adottate a maggioranza, e, in caso di parità, prevale il voto del presidente”.

Per cui anche nel caso in cui un docente propone, in base ad un giudizio motivato desunto dalle varie verifiche, un voto insufficiente ad uno studente, per potere elevare l’insufficienza, attraverso un voto di maggioranza del Consiglio di classe, al canonico 6 in pagella, serve una delibera specifica con la motivazione scritta.

Per motivi di applicazione della norma sulla trasparenza, ai sensi dell’art.3 della legge 241/90, è assolutamente necessario deliberare, con motivazione specifica e scaturita dalla discussione del Consiglio di classe, qualsiasi modifica di voti scrutinati rispetto a quelli realmente proposti dal docente della disciplina.

La delibera inserita a verbale che modifica un voto proposto è un atto dovuto per garantire la legittimità formale del cambiamento di valutazione, tale delibera deve essere debitamente motivata, ma non necessità dei nominativi che hanno votato a favore e quelli che invece hanno dato voto contrario. Come specifica la Sentenza n. 2330 del 2011 emessa dal Tar Lombardia, è sufficiente che la delibera sia supportata dal numero dei votanti, quelli che si sono espressi a favore e quelli contrari, senza specificare necessariamente i nomi e le singole motivazioni. La motivazione da inserire è di carattere collegiale, ovvero della maggioranza che ha determinato la modifica del voto.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

Scrutini finali, il 4 può diventare 6 ma serve dettagliata motivazione ultima modifica: 2019-06-08T19:04:22+02:00 da Gilda Venezia
Gilda Venezia

Share
Pubblicato da
Gilda Venezia

Recent Posts

Storie di ordinaria follia scolastica

Tania Barcellona, Il Punto quotidiano, 8.12.2019 - Ore 7.55 l’insegnante arriva a scuola. Ore 8.00 Firma sul registro cartaceo. Firma…

24 minuti fa

No al badge (marcatempo) a scuola, due sentenze. Differenze tra docenti e ATA

Avv. Marco Barone,  Orizzonte Scuola, 18.1.2020 - C’è chi cerca di imporlo e chi lo contrasta. Di cosa stiamo parlando?…

9 ore fa

Superiori. Gli indirizzi di studio eliminati

USR  per il Veneto, Ufficio I, A.T. di Venezia,  17.1.2020 - Istruzione secondaria di II grado – offerta formativa a.s.…

15 ore fa

Riforma Pensioni, Ipotesi quota 102 dal 2022

di Federico Pica, PensioniOggi,  17.1.2020 - L'avvicinarsi della scadenza della sperimentazione della pensione con quota 100 riapre il cantiere sulla previdenza.…

15 ore fa

Come si diventa docenti? Tutte le info utili

di Andrea Carlino,  La Tecnica della scuola, 17.1.2020 - Come si diventa docenti? Una domanda che sempre di più viene posta…

16 ore fa

Diploma magistrale sperimentale ad indirizzo linguistico è titolo di accesso al concorso e alle graduatorie. Risposta Miur

Orizzonte Scuola, 17.1.2020 - Diploma sperimentale a indirizzo linguistico: è titolo valido per l’accesso all’insegnamento nelle scuole di  infanzia e…

16 ore fa

Questo sito contiene cookie tecnici, analitici e terze parti per la migliore fruizione dei contenuti del sito anche mediante tracciamento delle attività nel sito. Per visualizzare la cookie policy e disabilitare i cookie diversi da quelli tecnici, clicca sul link sotto. Chiudendo questo banner e navigando sulla pagina, acconsenti all'uso dei cookie.

Clicca qui per visualizzare la cookie policy