Scuola e coronavirus: a fine novembre segnalati oltre 100mila positivi e 850mila in quarantena

wired_logo1

Wired ha ottenuto dal ministero dell’Istruzione i dati relativi alla diffusione del Sars-Cov-2 all’interno del mondo della scuola tra settembre e novembre.

Gilda Venezia

Sono 105mila tra studenti, docenti e personale Ata a essere risultati positivi al Sars-Cov-2 secondo le segnalazioni prevenute al ministero dell’Istruzione. A questi bisogna aggiungere 848mila casi in cui la persona è stata posta in quarantena. In sostanza, per ogni positivo nel mondo della scuola, altri 8 dovevano sottoporsi a misure di isolamento.

Attraverso una domanda di accesso agli atti (Foia) rivolta al Miur, Wired è stato in grado di tornare a quantificare la diffusione del contagio da nuovo coronavirus all’interno degli istituti scolastici italiani. I dati che abbiamo ricevuto si riferiscono al periodo compreso tra la riapertura di settembre e l’ultima settimana di novembre. Si tratta di una stima al ribasso, perché per le due settimane centrali di novembre il monitoraggio voluto dalla ministra Lucia Azzolina è stato sospeso. Ecco come è andata:

 

I cerchi rossi rappresentano il numero di persone positive al nuovo coronavirus, quelli gialli quelle poste in quarantena. Più sono grandi, più è alto questo numero. Il filtro nella parte bassa (in alto a sinistra per chi legge da computer) consente di selezionare una singola regione.

Le due settimane di sospensione tra il 9 ed il 22 novembre, sono spiegate con una nota ministeriale che accompagna i dati: “dal mese di novembre è stata disposta una momentanea interruzione dei monitoraggi”, dovuta al fatto che il Dpcm del 3 novembre ha chiuso le scuole secondarie di secondo grado. Questa circostanza poneva “alcune difficoltà alle istituzioni scolastiche in ordine alla rilevazione diretta dei dati presso gli studenti, non più fisicamente presenti a scuola”.

Una precisazione che rende verosimile immaginare che i numeri di contagi e persone in quarantena siano sottodimensionate. Wired aveva rivolto l’istanza di accesso generalizzato (questo il nome burocratico del Foia) lo scorso 2 dicembre, subito dopo aver pubblicato i dati relativi ai contagi aggiornati al 31 ottobre. Quei numeri che parlavano di 65mila positivi e che avevano generato una polemica con l’allora ministra Azzolina.

La richiesta era quella di ottenere i contagi e le quarantene su base settimanale a livello di codice meccanografico. Si tratta di un codice alfanumerico che identifica univocamente ogni istituto scolastico, paragonabile al codice fiscale per le persone. Il ministero ha respinto questa richiesta a causa di “un elevato rischio di reidentificazione dei soggetti interessati, qualora comparati con altre informazioni eventualmente in possesso”.

Nell’ottica di garantire comunque un accesso alle informazioni, la scelta ministeriale è stata di garantirlo su base regionale (rispetto a quello comunale della precedente richiesta). Per dare conto della situazione sul piano geografico, abbiamo costruito questa mappa:

I cerchi sulla mappa hanno la medesima funzione di quelli rappresentati nel grafico. Il filtro nella parte bassa consente di selezionare una singola settimana (viene visualizzata la data di fine della settimana). I numeri non sono normalizzati sulla base della popolazione scolastica, quindi è normale che si registrinopiù casi nelle regioni più popolose, come Lombardia e Lazio. Il punto, qui, era quello di mostrare la proporzione tra contagi e quarantene.

Come si può facilmente notare, mancano i dati relativi alle province autonome di Bolzano e Trento e alla regione Valle d’Aosta, che gestiscono in autonomia la raccolta dei dati relativi alla scuola. Altro motivo per dire che contagi e quarantene nelle scuole sono più di quelle comunicate dal ministero.

I dati ricevuti dal ministero sono disponibili a questo link. La nota di accompagnamento si trova invece qui.

.

.

.

.

.

.

.

.

 

Scuola e coronavirus: a fine novembre segnalati oltre 100mila positivi e 850mila in quarantena ultima modifica: 2021-02-03T07:17:38+01:00 da Gilda Venezia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl