Se la scuola non riapre la colpa è dei docenti

dal profilo FB di Tiziana Aleandri, 29.8.2020.

Avvio anno scolastico.  Funziona sempre: spostare l’attenzione dal cuore del problema così se la scuola non riapre la colpa è dei docenti. A condizionare i suoi cani pavlov aveva fatto piu’ fatica.

Gilda Venezia

Sono state sufficienti due notizie non seriamente documentate ma buttate giù ad arte :”Un terzo degli insegnanti non vuole fare il sierologico” e “Migliaia di insegnanti non vogliono tornare a scuola” e per incanto la questione della riapertura delle scuole è risolta: la colpa è dei docenti.

Perché il problema non è attinente a quello sulla Sicurezza di un posto di lavoro ad altissimo rischio e contagio, su come risolverlo per non richiudere tutto dopo due settimane: la colpa è di quei fifoni e/o irresponsabili dei docenti! I genitori di ragazzi sguinzagliati in branco su spiagge e discoteche non hanno alcuna responsabilità! Così come non ce l’hanno i gestori dei luoghi di ritrovo e divertimenti per adolescenti!

Figuriamoci di quei politici negazionisti che dissuadevano dall’uso delle mascherine!

La colpa è di professionisti laureati, “concorsati” e “masterizzati” con stipendio sulla soglia della povertà e che a proprie spese e con i propri mezzi e su propria iniziativa hanno portato avanti la Scuola in periodo lockdown.

Politici incompetenti, opinione pubblica indirizzata verso il nemico: problema risolto.

#14settembre

.

.

.

.

.

 

Se la scuola non riapre la colpa è dei docenti ultima modifica: 2020-08-30T13:50:04+02:00 da Gilda Venezia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl