Sì alle nuove graduatorie, ma con qualche modifica

di Teresa Maddonni, Money.it, 26.5.2020

– Scuola: sì alle nuove graduatorie di seconda e terza fascia per il personale supplente. Queste non saranno più d’Istituto, ma provinciali e con qualche ulteriore modifica. Si supera così il blocco per un altro anno annunciato da Azzolina.

Scuola: sì alle nuove graduatorie di seconda e terza fascia, ma con qualche modifica. Già perché come previsto dal decreto scuola salva-precari n.126/2019, convertito nella legge n.159/2019 lo scorso dicembre, le graduatorie diventeranno provinciali.

Sono passati quasi due mesi dall’infelice annuncio della ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina che chiedeva ai precari della scuola e ai neolaureati di mettere da parte ogni speranza perché l’aggiornamento delle graduatorie di Istituto di seconda e terza fascia non si sarebbe avuto fino al 2021 a causa dell’emergenza COVID-19 e l’impossibilità quindi di gestire una grande mole di richieste e pratiche.

Il blocco delle graduatorie è stato inserito nel decreto scuola per l’emergenza dell’8 aprile che aspetta di essere convertito in legge.

In fase di conversione potrebbe arrivare la modifica alle graduatoriefondamentali per il reclutamento del personale supplente nella scuola ogni anno ormai da tempo.

Vediamo cosa prevede in verità il sì alla riapertura delle graduatorie nella scuola e quali sono le modifiche previste.

Scuola: sì alle nuove graduatorie con modifica

Per la scuola arriva il sì alle nuove graduatorie di Istituto di seconda e terza fascia e con qualche modifica.

Grazie all’eventuale aggiornamento delle graduatorie i precari della scuola potranno cambiare provincia e modificare titoli e servizio e i neolaureatipotranno tentare i primi passi nel mondo dell’insegnamento attraverso le supplenze in attesa del concorso.

Quello straordinario dovrebbe essere il concorso dei precari in merito a quale si è raggiunto poche ore fa un accordo e si terrà a settembre per l’inserimento poi immediato degli insegnanti insieme ai 45mila selezionati da vecchi concorsi.

Il decreto scuola dovrebbe subire la conversione entro il 7 giugno 2020 e un emendamento è stato presentato per la riapertura delle graduatorie di seconda e terza fascia. L’emendamento è stato presentato dal senatore 5Stelle Granato per una durata biennale 2020/2021 e 2021/2022, quindi due anni di validità rispetto ai tre soliti.

Con l’aggiornamento sarà possibile modificare la provincia per chi si è già inserito nell’ultima apertura del 2017. Per inserirsi in graduatoria è necessario:

  • per la seconda fascia l’abilitazione all’insegnamento per la specifica classe di concorso;
  • per la terza fascia la laurea magistrale più i 24 CFU in materie antropo-psico- pedagogiche e metodologie e tecnologie didattiche.

Secondo l’emendamento e come già stabilito dal decreto convertito di dicembre che ha sancito anche i concorsi della scuola le graduatorie di Istituto diventeranno provinciali.

Da graduatorie d’Istituto a provinciali

Il passaggio da graduatorie di Istituto a graduatorie provinciali era già previsto dal decreto scuola salva-precari convertito in legge e nella quale all’articolo 1 quater si danno le Disposizioni urgenti in materia di supplenze. Tali disposizioni modificano l’articolo 4 della legge 3 maggio 1999, n. 124 stabilendo che:

  • a decorrere dall’anno scolastico 2020/2021, si utilizzano le graduatorie provinciali per le supplenze;
  • al fine di garantire la copertura di cattedre e posti di insegnamento mediante le supplenze sono costituite specifiche graduatorie provinciali distinte per posto e classe di concorso.
  • una specifica graduatoria provinciale, finalizzata all’attribuzione dei relativi incarichi di supplenza, è destinata ai soggetti in possesso del titolo di specializzazione sul sostegno;
  • i soggetti inseriti nelle graduatorie provinciali indicano, ai fini della costituzione delle graduatorie di circolo o di istituto per la copertura delle supplenze brevi e temporanee, sino a venti istituzioni scolastiche della provincia nella quale hanno presentato domanda di inserimento per ciascuno dei posti o classi di concorso cui abbiano titolo.

Quindi l’iscrizione degli aspiranti insegnanti supplenti è in graduatorie provinciali e all’interno della provincia stessa andranno a scegliere venti scuole. Non saranno pertanto più i singoli istituti scolastici a stilare la graduatoria.

L’emendamento e la modifica per l’aggiornamento delle graduatorie di seconda e terza fascia nella scuola dovrà essere discusso e il decreto modificato e convertito entro il 7 giugno 2020.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

 

Sì alle nuove graduatorie, ma con qualche modifica ultima modifica: 2020-05-27T04:26:12+02:00 da Gilda Venezia
Gilda Venezia

Leave a Comment
Share
Pubblicato da
Gilda Venezia

Recent Posts

Scuola, come si rientra a settembre: tutte le regole ufficiali del Miur

di Teresa Maddonni, Money.it, 1.8.2020. Scuola: come si rientra a settembre? Tutte le regole ufficiali…

3 ore fa

Carta docente, confermati i 500 euro: anche ai precari?

di Teresa Maddonni, Money.it, 1.8.2020. La carta docente di 500 euro è prevista anche per…

3 ore fa

Nomine in ruolo: procedure vessatorie e numeri impossibili

dalla Gilda degli insegnanti, 11.82020. Dissenso della Gilda per la procedura introdotta, che finisce per…

5 ore fa

Immissioni in ruolo a.s. 2020/21, regole e tempistiche

di Lara La Gatta, La Tecnica della scuola, 11.8.2020. Il Ministero dell’Istruzione ha pubblicato nei giorni…

5 ore fa

Assunzioni, corsa a ostacoli

di Marco Nobilio e Alessandra Ricciardi,  ItaliaOggi, 11.8.2020 Definito il calendario per immettere in ruolo…

13 ore fa

Scuola, Azzolina: “Lezioni nei b&b, nessuno si scandalizzi”

TGCOM, 11.8.2020 La gaffe su Twitter: "L'infrazione ad opera di ladri" Il ministro: "Si devono…

13 ore fa

Questo sito contiene cookie tecnici, analitici e terze parti per la migliore fruizione dei contenuti del sito anche mediante tracciamento delle attività nel sito. Per visualizzare la cookie policy e disabilitare i cookie diversi da quelli tecnici, clicca sul link sotto. Chiudendo questo banner e navigando sulla pagina, acconsenti all'uso dei cookie.

Clicca qui per visualizzare la cookie policy