Sindacati proclamano sciopero dal 26 aprile al 16 maggio delle attività non obbligatorie. Ecco quali sono

Orizzonte_logo14

Orizzonte Scuola, 5.4.2019

– Fallito il tentativo di conciliazione che i sindacati hanno richiesto al Ministero del Lavoro per il rinnovo del contratto.

FLCGIL, CISL, UIL, SNALS, GILDA hanno proclamato lo sciopero giorno 17 aprile per chiedere il rinnovo del contratto, aumenti stipendiali adeguati, no alla regionalizzazione e assunzione dei precari.

Inoltre, da giorno 26 aprile 2019 a giorno 16 maggio 2019, i sindacati hanno chiesto ai lavoratori della scuola l’astensione dalle attività non obbligatorie. Ecco quali sono:

Per il personale ATA:

  • astensione attività aggiuntive oltre le 36 ore settimanali;
  • astensione da tutte le attività previste tra quelle rientranti nelle posizioni economiche (I^ e II^ ) e negli incarichi specifici;
  • astensione dall’intensificazione della attività nell’orario di lavoro relativa alla sostituzione dei colleghi assenti;
  • astensione svolgimento incarico sostituzione Dsga;

Per il personale docente ed educativo:

  • astensione dalle attività aggiuntive di insegnamento oltre l’orario obbligatorio, retribuite con il MOF;
  • astensione dalle ore aggiuntive per l’attuazione dei progetti e degli incarichi di coordinatore retribuiti con il MOF;
  • astensione dalla sostituzione e collaborazione con il dirigente scolastico e di ogni altro incarico aggiuntivo;
  • astensione dalle ore aggiuntive prestate per l’attuazione dei corsi di recupero;
  • astensione dalle attività complementari di educazione fisica e avviamento alla pratica sportiva.

.

.

.

.

.

Sindacati proclamano sciopero dal 26 aprile al 16 maggio delle attività non obbligatorie. Ecco quali sono ultima modifica: 2019-04-05T06:55:15+02:00 da Gilda Venezia

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl