Tar Puglia, Lecce – Sentenza n. 415 del 02 marzo 2016. Ancora sul diritto allo studio per alunni disabili

diritto-scoloastico_logo1

Avv. Stefania Isola,  Diritto Scolastico,  23.3.2016

sentenza5

– Anche in caso di cessata materia del contendere o dichiarazione di improcedibilità per carenza di interesse il rango di diritto fondamentale della tutela dell’alunno disabile non consente di ammettere cause giustificative di ritardi o di necessari tempi burocratici nella mancata concreta e piena assegnazione delle ore di sostegno al disabile fin dal primo giorno di inizio dell’anno scolastico.

Basandosi, pertanto, sull’ormai consolidata giurisprudenza che riconosce all’alunno disabile grave l’insegnante di sostegno per un numero di ore pari al rapporto 1:1, anche il Tar Lecce con la sentenza n. 415/2016, ha dichiarato improcedibile la causa per carenza di interesse  (avendo, nel frattempo, l’istituto assegnato al minore le ore richieste) ma ha condannato le Amministrazioni resistenti al pagamento delle spese legali.

Avv. Stefania Isola

Tar Puglia, Lecce – Sentenza n. 415 del 02 marzo 2016. Ancora sul diritto allo studio per alunni disabili ultima modifica: 2016-03-24T07:40:13+01:00 da Gilda Venezia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl