Tavolo 0/6 anni tra OO.SS. e Ministero Istruzione

dalla Gilda degli insegnanti, 6.11.2020.

Resoconto Tavolo 0/6 anni tra OO.SS. e Ministero Istruzione del 6 novembre 2020.

Gilda Venezia

Si è svolto ieri pomeriggio il primo incontro del  Tavolo nazionale permanente con funzioni di monitoraggio sull’attuazione delle nuove misure sui servizi educativi e sulle scuole dell’infanzia previste dal Protocollo d’intesa per garantire la ripresa delle attività in presenza per gli alunni 0/6 anni, nel rispetto delle regole di sicurezza per il contenimento della diffusione del Covid-19.

Presenti i rappresentanti delle OO.SS. Scuola e della Funzione Pubblica, nonché ANCI, FISM, Confcooperative, Ministero del Lavoro e INAIL.

Dopo il saluto iniziale del Capo di Gabinetto dott. Luigi Fiorentino, l’incontro è stato presieduto dalla dott.ssa Giovanna Boda, Capo Dipartimento per le risorse umane, finanziarie e strumentali del MI.

Queste le criticità emerse al tavolo dalla maggior parte degli interventi:

  • tardività della convocazione di questo primo tavolo
  • mancanza delle convocazioni dei tavoli regionali secondo protocollo
  • scarsa chiarezza sui lavoratori fragili
  • difficoltà di interpretazione della cosiddetta didattica a bolle
  • difficoltà dei rapporti con le ASL per un celere tracciamento del contagio, sia per le scuole che per le famiglie mancanza di dati per il segmento 0/6
  • esiguità delle risorse stanziate per gli Enti Locali e i servizi gestiti dal privato sociale.

La Gilda degli Insegnanti ha posto in evidenza soprattutto le seguenti problematiche:

  • Le risorse umane in termini di docenti e collaboratori scolastici risultano del tutto insufficienti per l’applicazione della didattica a bolle in sicurezza, visti anche gli estremi ritardi, se non addirittura il blocco totale delle nomine del personale Covid, che sta costringendo ancora molte scuole dell’infanzia statale a chiudere tra le 13 e le 13.30.
  • Anche sezioni numerose (fino a 29 alunni!) sono state considerate bolle, quindi gruppi sicuri, disattendendo le indicazioni del CTS sulla riduzione del numero di alunni in presenza;
  • In molte realtà mancano del tutto i dispositivi di protezione personale, dalle mascherine FFP2 alle visiere; una simile condizione di precarietà è segnalata da centinaia di docenti, che lavorano in condizioni di ansia e preoccupazione.
  • Una corretta gestione dell’emergenza può ancora offrire l’opportunità per rimodulare l’organizzazione didattica della scuola dell’infanzia secondo le indicazioni del D.Lgs 65/2017, declinato con il paragrafo 8 dell’attuale protocollo. Finora, invece, si sta impostando una didattica d’emergenza priva di programmazione e caratterizzata da tutti i problemi sopraelencati.

Alla fine dell’incontro la dott.ssa Boda si è impegnata a sollecitare gli USR ad istituire i tavoli regionali entro il 13 novembre 2020, data fissata per il prossimo incontro del tavolo nazionale.

I prossimi incontri avranno scadenza settimanale e tratteranno di volta in volta tematiche specifiche alla presenza di esperti di settore.

La delegazione FGU Gilda-Unams

.

.

.

.

.

.

.

 

Tavolo 0/6 anni tra OO.SS. e Ministero Istruzione ultima modifica: 2020-11-06T10:59:14+01:00 da Gilda Venezia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl