Categorie: InsegnantiMobilità

Valutazione della domanda di trasferimento: si segue l’ordine con il quale sono inserite le preferenze

Orizzonte Scuola, 26.2.2020

– L’ordine delle preferenze è determinante nella valutazione della domanda di trasferimento. La priorità tra le sedi richieste è stabilita dal docente

L’ordine delle preferenze è determinante nella valutazione della domanda di trasferimento. La priorità tra le sedi richieste è stabilita dal docente

Una lettrice ci scrive:

L’anno scorso ho inserito nella domanda di trasferimento prima la richiesta analitica della scuola e poi la richiesta sintetica del comune di cui fa parte la scuola stessa (e non è l’unica).
Ho ottenuto la scuola. Come faccio a sapere se ho ottenuto la scuola (voce analitica) o la scuola “presa “dal comune (voce sintetica)? Sono soggetta al vincolo triennale oppure no?”

Nella domanda di trasferimento il docente può inserire fino a 15 preferenze territoriali sia su scuola (preferenze analitiche) che su distretto, comune o provincia per l’interprovinciale (preferenze sintetiche)

L’ordine con il quale vengono inserite è  indicativo delle priorità che il docente stabilisce tra le diverse sedi richieste

La tipologia di richiesta è differente a seconda che si tratti di una richiesta specifica su scuola o di una richiesta più ampia che comprende un distretto, l’intero comune o anche l’intera provincia

Con la preferenza analitica, quindi, il docente esprime una scelta precisa su una specifica scuola

Con la preferenza sintetica, invece, si chiedono indistintamente, senza ordine di priorità, tutte le scuole presenti nel distretto o nel comune o nella provincia richiesta

Come viene soddisfatta la richiesta del docente

La richiesta del docente viene soddisfatta secondo l’ordine della preferenze espresse.

Nel caso di preferenza analitica, il docente otterrà la scuola richiesta con indicazione specifica, scuola dove acquisirà la titolarità

Se la richiesta del docente risulterà soddisfatta mediante la preferenza sintetica su comune, distretto o provincia, gli verrà assegnata la titolarità nella prima scuola disponibile secondo l’ordine del bollettino ufficiale. In tale ipotesi, come chiarisce l’art.6 comma 5 del ccni, poiché con la preferenza sintetica si richiedono indifferentemente tutte le scuole comprese nel codice sintetico, la prima scuola con posto disponibile è assegnata al docente che l’ha richiesta con indicazione puntuale o più circoscritta a livello territoriale sia pure con punteggio inferiore ed al docente che ha espresso la preferenza sintetica viene assegnata la successiva scuola disponibile all’interno dell’espressa preferenza sintetica.

Ordine da rispettare nell’inserimento di  preferenza analitica e sintetica riguardanti lo stesso comune

Il docente che intende chiedere una o più scuole specifiche ubicate in un comune x e vuole chiedere anche l’intero comune x dovrà rispettare un preciso ordine nell’inserimento delle preferenze.

Si devono prima inserire le preferenze analitiche per le scuole che si intende chiedere e solo dopo si può inserire la preferenza sintetica nel comune x dove sono ubicate le scuole richieste, preferenza con la quale si chiedono anche le altre scuole presenti.

Se il docente inserisce prima la preferenza sintetica sul comune  non avrebbe alcuna utilità inserire di seguito quelle analitiche per le scuole del comune, in quanto queste risulterebbero già richieste nella preferenza sintetica.

Conclusioni

Il nostro lettore, trasferito nella scuola richiesta con preferenza analitica, è su tale preferenza che è stato soddisfatto.

Se fosse stato soddisfatto sulla preferenza sintetica nel comune avrebbe ottenuto il trasferimento in un’altra scuola in quanto in quella chiesta analiticamente non sarebbero risultate disponibilità di cattedre vacanti.

In questa situazione, quindi, il docente è sottoposto al vincolo triennale nella scuola richiesta e ottenuta con il trasferimento volontario

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

 

Valutazione della domanda di trasferimento: si segue l’ordine con il quale sono inserite le preferenze ultima modifica: 2020-02-26T18:32:57+01:00 da Gilda Venezia
Gilda Venezia

Leave a Comment
Share
Pubblicato da
Gilda Venezia

Recent Posts

L’esercito degli innominabili

di Giacomo Limoni, InfoDocenti.it, .7.2020. E’ notizia di questi giorni che il Ministro Azzolina abbia chiesto al…

19 ore fa

Ai presidi la scelta di soluzioni caso per caso

di Eugenio Bruno, Il Sole 24 Ore, 10.7.2020. Autonomia e flessibilità. Sono le due parole chiave che…

20 ore fa

Niente mascherina al banco ed esami sierologici volontari

di Eugenio Bruno, Il Sole 24 Ore, 10.7.2020. Niente obbligo di mascherina al banco. Il metro da…

20 ore fa

Utilizzazioni su sostegno, interprovinciali solo quando la classe di concorso è in esubero

di Lucio Ficara, La Tecnica della scuola, 9.7.2020. I docenti che sono titolari su posto comune…

21 ore fa

Mobilità annuale 2020/21. Chi può fare domanda

di Antonio Guerriero, Professionisti Scuola Network, 9.7.2020. Guida ai requisti per assegnazioni provvisorie e utilizzazioni.…

21 ore fa

Due milioni di kit sierologici per docenti e Ata disponibili dal 10 agosto

di Alessandro Giuliani, La Tecnica della scuola, 9.7.2020. Arcuri ha avviato la gara Il commissario straordinario…

21 ore fa

Questo sito contiene cookie tecnici, analitici e terze parti per la migliore fruizione dei contenuti del sito anche mediante tracciamento delle attività nel sito. Per visualizzare la cookie policy e disabilitare i cookie diversi da quelli tecnici, clicca sul link sotto. Chiudendo questo banner e navigando sulla pagina, acconsenti all'uso dei cookie.

Clicca qui per visualizzare la cookie policy