Veneto: dal 7 aprile in zona arancione

dalla Gilda degli insegnanti di Venezia, 4.4.2021.

Ordinanza del Ministro della salute del 3 aprile 2021 che colloca la Regione Veneto in zona arancione.

L’USR per il Veneto comunica con nota 6101 del 3.4.2021 che in seguito all’ordinanza del Ministro della salute del 3 aprile 2021 (G.U.n.81 del 3/4/2021) il Veneto è stato classificato in zona arancione con effetti dal primo giorno non festivo successivo alla sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale.

Pertanto in ambito scolastico, fatto salvo che il Veneto non venga nel frattempo collocata in zona rossa, sono previste le seguenti disposizioni.

In tema di educazione e istruzione per la zona arancione resta fermo che:

  • Dal 7 aprile al 30 aprile 2021 è assicurato in presenza sull’intero territorio nazionale lo svolgimento dei servizi educativi per l’infanzia di cui all’articolo 2 del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 65, e dell’attività scolastica e didattica della scuola dell’infanzia, della scuola primaria e del primo anno di frequenza della scuola secondaria di primo grado” (art. 2, comma 1, primo periodo, del DL. n. 44/2021).
  • Inoltre, “Nelle zone gialla e arancione le attività scolastiche e didattiche per il secondo e terzo anno di frequenza della scuola secondaria di primo grado si svolgono integralmente in presenza. Nelle medesime zone gialla e arancione le istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado adottano forme flessibili nell’organizzazione dell’attività didattica, ai sensi degli articoli 4 e 5 del decreto del Presidente della Repubblica 8 marzo 1999, n. 275, affinché sia garantita l’attività didattica in presenza ad almeno il 50 per cento, e fino a un massimo del 75 per cento, della popolazione studentesca mentre la restante parte della popolazione studentesca delle predette istituzioni scolastiche si avvale della didattica a distanza” (art. 2, comma 2, secondo periodo, del DL. n. 44/2021).
  • Infine, “Sull’intero territorio nazionale, resta sempre garantita la possibilità di svolgere attività in presenza qualora sia necessario l’uso di laboratori o per mantenere una relazione educativa che realizzi l’effettiva inclusione scolastica degli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali, secondo quanto previsto dal decreto del Ministro dell’istruzione n. 89 del 7 agosto 2020 e dall’ordinanza del Ministro dell’istruzione n. 134 del 9 ottobre 2020, garantendo comunque il collegamento telematico con gli alunni della classe che sono in didattica digitale integrata” (art. 2, comma 3, del DL. n. 44/2021).

Per quanto attiene alla scuola secondaria di secondo grado l’USR Veneto ritiene che si debba mantenere in presenza la popolazione studentesca nella misura del 50%. Pertanto, le istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado si atterranno alle indicazioni già fornite con la nota a firma congiunta USR e Regione del Veneto n. 1448 e n. 35.148/8700 del 26 gennaio 2021, sia per quanto attiene alle modalità di alternanza in presenza degli studenti, sia per ciò che concerne le tutele a favore degli studenti con patologie gravi o immunodepressi ovvero appartenenti a nuclei familiari in cui sono presenti soggetti fragili o anziani.

 L’USR Veneto fornisce qui di seguito uno schema riepilogativo del regime delle presenze di bambini, alunni e studenti, che dovrà essere osservato dalle istituzioni educative e scolastiche del nostro territorio:

  • Servizi educativi per l’infanzia (da 0 a 3 anni) – presenza al 100% dei bambini dal 7 al 30 aprile 2021;
  • Scuola dell’infanzia (da 3 a 6 anni) – presenza al 100% dei bambini dal 7 al 30 aprile 2021;
  • Scuola primaria – presenza al 100% degli alunni dal 7 al 30 aprile 2021; 
  • Scuola secondaria di primo grado – presenza al 100% degli alunni dal 7 al 30 aprile 2021 per la prima classe; presenza al 100% degli alunni dal 7 al 30 aprile 2021 per le classi seconde e terze, salvo collocazione del Veneto in zona rossa con successiva ordinanza del Ministero della salute;
    .
  • Scuola secondaria di secondo grado – presenza al 50% degli studenti dal 7 al 30 aprile, salvo collocazione del Veneto in zona rossa con successiva ordinanza del Ministero della salute.

Infine, l’USR Veneto ricorda che, per effetto del combinato disposto dell’art. 1, comma 1, del decreto-legge 1 aprile 2021, n. 44 e dell’art. 34 del DPCM 2 marzo 2021, trovano applicazione in materia scolastica le altre disposizioni previste dallo stesso DPCM per la zona arancione (art.5, comma 1,lett.d); art.6, commi 2 e 3; art.21, comma 1, ultimo periodo e art.22).

 

.

.

.

.

 

 

Veneto: dal 7 aprile in zona arancione ultima modifica: 2021-04-04T11:11:54+02:00 da Gilda Venezia
Gilda Venezia

Leave a Comment
Share
Pubblicato da
Gilda Venezia

Recent Posts

L’elaborato di terza media e quello che il ministero non dice

di Corrado Bagnoli, il Sussidiario, 11.5.2021. Esame di terza media, elaborato finale. Parafrasando Eliot, è…

2 ore fa

Permessi L. 104/92 – Fruibilità oraria anche per i lavoratori in smart working

di Maria Carmela Lapadula,  La Tecnica della scuola, 11.5.2021. L’ Ispettorato Nazionale del Lavoro, con…

4 ore fa

Scuola d’estate, quali risorse e modalità per ottenerle

di Lara La Gatta,  La Tecnica della scuola, 11.5.2021. Con una faq pubblicata sul portale…

5 ore fa

Scuola: riduzione mobilità e aumento stipendi nel patto tra Miur e sindacati

di Teresa Maddonni, Money.it, 11.5.2021. Scuola: la riduzione degli anni per la mobilità, l’aumento degli…

7 ore fa

Patto per la scuola, concorsi, esami di stato. Assemblea della Gilda degli insegnanti

Gilda degli insegnanti della provincia di Venezia,  10.5.2021. La Gilda degli insegnanti del Veneto organizza…

7 ore fa

Gli stipendi dei docenti gridano vendetta, stanziare risorse adeguate

dalla Gilda degli insegnanti, 11.5.2021. Di Meglio: "Non è più tollerabile questo scivolamento costante verso…

7 ore fa

Questo sito contiene cookie tecnici, analitici e terze parti per la migliore fruizione dei contenuti del sito anche mediante tracciamento delle attività nel sito. Per visualizzare la cookie policy e disabilitare i cookie diversi da quelli tecnici, clicca sul link sotto. Chiudendo questo banner e navigando sulla pagina, acconsenti all'uso dei cookie.

Clicca qui per visualizzare la cookie policy