Veneto. Nuove regole della DDI: anche per studenti con familiari fragili?

dalla Gilda degli Insegnanti della Provincia di Venezia, 28.1.2021.

USR Veneto e Regione Veneto dettano regole bizzarre per la ripresa dell’attività didattica delle superiori. La DDI per gli studenti conviventi con familiari fragili ?

Con nota del 26 gennaio 2021 USR Veneto per firma Palumbo e Regione Veneto (firma Santo Romano) hanno divulgato alcune “istruzioni” in merito alla ripresa delle lezioni dal 1 febbraio per la scuola secondaria di secondo grado.

Tralasciando la parte che magnifica l’intervento (colpevolmente tardivo…) della Regione in merito al rafforzamento dei mezzi pubblici su indicazione dei prefetti, preoccupano alcune indicazioni “originali” circa la garanzia del diritto allo studio per studenti con patologie gravi o immunodepressi che si basano su norme condivisibili ed accettate da tutti (vedi ordinanza MI n.134 del 9/10/2020). L’interpretazione palumbiana apre scenari applicativi che vanno al di là della ratio della norma originaria finalizzata a dare continuità didattica per gli studenti personalmente affetti da gravi patologie. Ma nella nota si fa riferimento all’uso della DDI anche n caso di presenza di “familiari affetti dalle medesime patologie” e  “in caso di peculiari situazioni del nucleo familiare puntualmente rappresentate, quali ad esempio la presenza di familiari conviventi affetti da gravi patologie o immunodepressi o di soggetti fragili o anziani”. I casi di intervento della DDI (Didattica Digitale Integrata) diventano quindi molto più ampi e obbligherebbero le scuole ad approntare strategie di interventi personalizzati a distanza anche per gli studenti conviventi con il nonno malato o con familiari affetti da “fragilità”. Cosa si intenda con fragilità è tutto da definirsi. In più si fa riferimento generico a “peculiari situazioni del nucleo familiare puntualmente rappresentate” (da chi?? e come??).

Le possibili ricadute di interpretazioni letterali della nota sono preoccupanti. Di fatto si apre la possibilità di legittimare la DDI come strumento attivabile su richiesta delle famiglie in specifiche condizioni che risultano però prive di caratteristiche oggettive di emergenza e necessità.

Da qui a obbligare le scuole ad adottare la DDI anche per gli studenti in malattia o in vacanza con i genitori ci vuole poco. Lo studente/famiglia cliente ha sempre ragione.

Salta agli occhi che la nota si rivolge solo alle scuole secondarie di secondo grado. Infanzia, primaria e scuola media restano escluse dalle preoccupazioni dell’USR e della Regione. Evidentemente prevale in questi contesti la funzione di parcheggio degli allievi, anche quelli conviventi con familiari “fragili” o portatori di gravi patologie. Ma la scuola in presenza non è un parcheggio per i più piccoli né può essere una opzione per gli studenti della secondaria. La scuola deve essere in presenza e solo in casi oggettivamente gravi deve essere garantita l’istruzione domiciliare anche tramite DDI.

Esprimiamo quindi grande perplessità circa la nota congiunta USR-Regione Veneto e chiediamo che la DDI sia considerata didattica emergenziale solo per le situazioni generalizzate legate alla crisi Covid 19.

La Dott.ssa Palumbo, come troppo spesso accade, non ha interloquito con i sindacati e le associazioni professionali dei docenti sui contenuti e gli effetti della nota. Sembra così che docenti e personale della scuola del Veneto siano considerati di fatto meri esecutori di politiche e provvedimenti “originali” frutto della creatività autonoma del Veneto. Questi atteggiamenti che spingono verso una “autonomia differenziata” della scuola veneta sono per noi inaccettabili. La scuola è della Repubblica Italiana e le regole devono essere uguali per tutti i cittadini (allievi, studenti, famiglie, docenti, dirigenti, personale ATA) italiani.

 

Gilda degli insegnanti della provincia di Venezia

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

Veneto. Nuove regole della DDI: anche per studenti con familiari fragili? ultima modifica: 2021-01-28T04:17:27+01:00 da Gilda Venezia
Gilda Venezia

Leave a Comment
Share
Pubblicato da
Gilda Venezia

Recent Posts

Si può accettare una supplenza anche se si è in quarantena, si è positivi al covid o semplicemente in malattia?

di Guido Ferrari, InfoDocenti.it, 7.3.2021. In questi giorni spesso si verifica che il docente convocato per una…

31 minuti fa

Scuola in presenza per i figli dei “lavoratori indispensabili”? Interviene Bianchi

OggiScuola, 7.3.2021. A far luce ci ha pensato una nota dell'Ufficio scolastico regionale per la…

1 ora fa

“Mio figlio non sa scrivere? Userà il telefono”

di Riccardo Prando, il Sussidiario, 7.3.2021. Per il secondo anno consecutivo l’esame finale, quello di…

2 ore fa

Perplessità per la nota che consente la presenza di figli di chi svolge lavori essenziali

Tuttoscuola,  6.3.2021. Il Dpcm 2 marzo 2021 ha emanato “Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica…

4 ore fa

Scuole chiuse: mio figlio dove lo lascio?

di Francesca Barbieri e Serena Uccello, Il Sole 24 Ore, 6.3.2021. Ecco chi può fare lezione in…

4 ore fa

Alunni disabili e figli di key workers: in presenza anche in arancione scuro

di Sabina Pignataro, Vita, 4.3.2021. Il Ministero ha emanato oggi una nota per specificare che anche…

4 ore fa

Questo sito contiene cookie tecnici, analitici e terze parti per la migliore fruizione dei contenuti del sito anche mediante tracciamento delle attività nel sito. Per visualizzare la cookie policy e disabilitare i cookie diversi da quelli tecnici, clicca sul link sotto. Chiudendo questo banner e navigando sulla pagina, acconsenti all'uso dei cookie.

Clicca qui per visualizzare la cookie policy