Vi sembra un Paese normale?

fb_logo2

dal profilo FB di Rino Di Meglio, 15.6.2018


– Le aggressioni agli insegnanti si sono moltiplicate alla fine di quest’anno scolastico in modo sconvolgente.
E’ lo specchio di un Paese che non funziona, anche se mi ostino a scriverlo con la “P” maiuscola.

Forse se uno di questi aggressori passasse 24 ore in una cella servirebbe da esempio.
Invece, in Italia, non è posibile, la polizia scrive un rapporto al Magistrato che apre un fascicolo di indagine.
Poi passeranno i mesi e gli anni ed ai posteri l’ardua sentenza.

Se un bullo aggredisce l’insegnante, guai a sospenderlo, lo “statuti delle studentesse e degli studenti”, molto politicamente corretto, dice che la sospensione non deve privare l’alunno delle lezioni.

Tutto finisce a tarallucci e vino.

Poi se l’insegnante vuole chiedere i danni deve pure pagare gli avvocati!

Dovremo consegnare le pagelle protetti dalla polizia?

Ma, signori responsabili, vi sembra un Paese normale?

Forse, senza esagerare, per carità, qualcosa dovrebbe cambiare.

.

.

.

Vi sembra un Paese normale? ultima modifica: 2018-06-15T09:13:45+00:00 da Gilda Venezia

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl