Sostegno: la mancata perequazione nella distribuzione dei posti sul territorio

Tuttoscuola, 8.1.2019

– L’Istat ha pubblicato in questi giorni un’interessante ricerca sulla disabilitàall’interno del mondo della scuola italiana. Una ricerca che, come già aveva evidenziato un rigoroso studio della Corte dei Conti dell’estate scorsa, mette in evidenza, accanto ai tanti meriti del sistema per assicurare il diritto allo studio degli alunni con disabilità, anche i limiti e le criticità degli interventi dei diversi soggetti pubblici preposti (Ministero dell’istruzione ed Enti Locali).

Una criticità rimasta in ombra e che Tuttoscuola più volte ha evidenziato è quella della perequazione mancata nella distribuzione dei posti di sostegno sul territorio.

In base alla legge (comma 2-bis, art. 15, legge 128/2013), il rapporto tra posti di sostegno comunque attivati e posti stabilizzati in organico di diritto deve rispondere a criteri di equità. La legge recita infatti:  Dall’anno scolastico 2014/2015 il riparto dei posti… è assicurato equamente a livello regionale, in modo da determinare una situazione di organico di diritto dei posti di sostegno percentualmente uguale nei territori.

Il riparto di cui parla la legge è la distribuzione dei posti di sostegno in organico di diritto sul territorio. In base a quel dispositivo di legge, dunque, il rapporto medio nazionale pari al 60,3% dei posti in organico di diritto rispetto alla totalità dei posti di sostegno dovrebbe essere assicurato su tutto il territorio, almeno a livello regionale o di area geografica.

La situazione rilevata per l’anno scolastico 2018-19 evidenzia, invece, un quadro fortemente sperequato. Le regioni del Nord Ovest, del Centro Italia e delle Isole registrano un rapporto di stabilizzazione dei posti al di sotto della media nazionale del 60,3%, facendo registrare rispettivamente il 56,6%, il 57,6% e il 57,3%.

.

.

.

.

.

Sostegno: la mancata perequazione nella distribuzione dei posti sul territorio ultima modifica: 2019-01-09T04:54:22+01:00 da Gilda Venezia
Gilda Venezia

Leave a Comment
Share
Pubblicato da
Gilda Venezia

Recent Posts

Carta del docente, fino al 31 luglio è possibile acquistare anche webcam, scanner e hotspot portatili

di Andrea Carlino, La Tecnica della scuola, 10.4.2020 - È stato prorogato fino al 31 luglio…

1 ora fa

Esame di Stato, tutti ammessi ma come si recupera chi resta indietro?

di Filomena Zamboli, il Sussidiario, 7.4.2020 - Il Consiglio dei ministri nel decreto liquidità ha adottato…

11 ore fa

Esame terza media, novità: ecco come cambia nel decreto

di Teresa Maddonni, Money.it, 9.4.2020 - Esame di terza media, novità: la prova cambia. A prevederlo…

12 ore fa

Maturità 2020: i due piani del Miur. Tutte le novità nel decreto scuola

di Teresa Maddonni, Money.it, 9.4.2020 - Maturità 2020, novità: sono due i piani del Miur per…

13 ore fa

Concorsi scuola annullati? Possibili “nuove forme di reclutamento docenti”

di Antonio Cosenza, Money.it, 9.4.2020 - Scuola: il sottosegretario al MIUR, Giuseppe De Cristofaro, chiede l’annullamento…

13 ore fa

Azzolina: il prossimo anno gli organici restano invariati

di Cl. T.  Il Sole 24 Ore, 10.4.2020 - C’è l’accordo con il ministero dell’Economia sugli…

13 ore fa

Questo sito contiene cookie tecnici, analitici e terze parti per la migliore fruizione dei contenuti del sito anche mediante tracciamento delle attività nel sito. Per visualizzare la cookie policy e disabilitare i cookie diversi da quelli tecnici, clicca sul link sotto. Chiudendo questo banner e navigando sulla pagina, acconsenti all'uso dei cookie.

Clicca qui per visualizzare la cookie policy