Categorie: ContrattoInsegnanti

Aumento stipendio insegnanti con la Legge di Bilancio. Ecco di quanto

di Teresa Maddonni, Money.it, 17.11.2020.

L’aumento dello stipendio degli insegnanti è possibile con i fondi stanziati nella Legge di Bilancio 2021 per i rinnovi contrattuali degli statali. Vediamo a quanto ammonterebbe.

Aumento di stipendio per gli insegnanti con la Legge di Bilancio 2021 approvata dal Consiglio dei Ministri? È possibile dal momento che il testo in bozza della Manovra prevede un incremento del Fondo per il rinnovo contrattuale dei dipendenti pubblici.

Un semplice calcolo, proprio nei giorni in cui si discute di contratto integrativo degli insegnanti in didattica a distanza, permetterebbe di capire quanto potrebbe spettare in più agli insegnanti in termini di aumento dello stipendio.

Abbiamo visto sempre nella Legge di Bilancio 2021 dell’aumento dello stipendio di medici e infermieri, vediamo ora nel dettaglio di quanto aumenta quello degli insegnanti.

Aumento stipendio insegnanti: ecco di quanto

A fare il calcolo sull’aumento dello stipendio degli insegnanti e a stabilire così a quanto ammonterebbe è ItaliaOggi che parte dall’articolo della Legge di Bilancio 2021 in bozza dedicato all’incremento del fondo per i rinnovi contrattuali dei dipendenti pubblici.

L’articolo 163 stabilisce che “Le risorse finanziarie cui all’articolo 1, comma 436, della legge 30 dicembre 2018, n. 145, sono incrementate di 400 milioni di euroa decorrere dall’anno 2021.”

ItaliaOggi fa un calcolo per capire di quanto potrebbe aumentare lo stipendio degli insegnanti se si dovesse attingere al fondo. Parte dai dipendenti pubblici in generale e dal presupposto che, secondo le rilevazioni Istat del 2018 (le ultime disponibili), questi sono 3.342.816: l’incremento retributivo medio all’anno è di 1.129 euro a testa.

Ovviamente l’importo sarebbe a lordo e al medesimo aumento previsto occorre sottrarre le trattenute fiscali e contributive. Si calcola pertanto che l’aumento netto dello stipendio al mese oscillerebbe tra i 40 e i 50 euro per dipendente pubblico.

Per lo stipendio degli insegnanti l’aumento dello stipendio sarebbe addirittura inferiore. Insomma molto al di sotto di quello che giustamente gli insegnanti da sempre chiedono considerando che gli stipendi nella Scuola da sempre sono i più bassi nella PA e in Europa.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

Aumento stipendio insegnanti con la Legge di Bilancio. Ecco di quanto ultima modifica: 2020-11-18T06:06:40+01:00 da Gilda Venezia

Gilda Venezia

Leave a Comment
Share
Pubblicato da
Gilda Venezia

Recent Posts

Il ministero dell’istruzione nel pallone

dalla Gilda degli insegnanti di Venezia, 22.4.2021. Draghi e Bianchi si sono arresi dopo l'intervento delle…

6 ore fa

Nuovo decreto Covid, le novità

di Alessandro Giuliani,  La Tecnica della scuola, 22.4.2021. Arrivano certificazioni verdi, novità su vaccinazioni, alunni…

6 ore fa

Decreto Covid, alunni alle superiori almeno al 70%: il Governo alza la quota nelle zone gialle e arancioni

di Alessandro Giuliani,  La Tecnica della scuola, 21.4.2021. Cambio dell’ultimo momento nella percentuale di presenza…

6 ore fa

Recalcati: “basta parlar male della Dad”!

di Gabriele Ferrante,  La Tecnica della scuola, 21.4.2021. “Basta parlar male della didattica a distanza!…

7 ore fa

Supplenze e maternità: illegittimo escludere dall’assunzione la lavoratrice madre in gravidanza

Obiettivo scuola, 21.4.2021. Il congedo di maternità è il periodo di astensione obbligatoria dal lavoro riconosciuto alla lavoratrice durante…

7 ore fa

Perdenti posto, chi arriva a domanda condizionata non deve andare in coda

di Lucio Ficara,  La Tecnica della scuola, 21.4.2021. Una nostra lettrice che insegna in Sardegna ci…

7 ore fa

Questo sito contiene cookie tecnici, analitici e terze parti per la migliore fruizione dei contenuti del sito anche mediante tracciamento delle attività nel sito. Per visualizzare la cookie policy e disabilitare i cookie diversi da quelli tecnici, clicca sul link sotto. Chiudendo questo banner e navigando sulla pagina, acconsenti all'uso dei cookie.

Clicca qui per visualizzare la cookie policy