Categorie: ContrattiRSU

RSU. IL DS non può delegare al vicario la conduzione della contrattazione di istituto

dall’ARAN, 5.4.2016

– In caso di prolungata assenza per malattia del dirigente scolastico lo stesso può delegare la conduzione della contrattazione e la firma del contratto d’istituto al proprio collaboratore o è necessaria la presenza del dirigente dell’ambito territoriale?

Per quanto concerne la contrattazione integrativa, l’art. 4, comma 6 del CCNL del 29.11.2007 del comparto scuola, sancisce espressamente che essa si svolge alle condizioni previste dagli artt. 40 e 40 bis del decreto legislativo n. 165/2001.

Il successivo art. 7, comma 1, stabilisce la composizione delle delegazioni trattanti e dispone che a livello di istituzione scolastica esse sono formate dal dirigente scolastico, per la parte pubblica e dalla R.S.U. e dai rappresentanti territoriali firmatari del CCNL, come previsto dall’accordo quadro 7.8.1998 sulla costituzione della RSU, per le organizzazioni sindacali.

Ai sensi dell’art. 34 del CCNL del 29.11.2007, il dirigente scolastico può avvalersi, nello svolgimento delle proprie funzioni organizzative ed amministrative, di docenti da lui individuati ai quali possono essere delegati specifici compiti.

La delega a tali docenti, così come disposto dall’art. 14, comma 22 della legge 135/2012 non costituisce affidamento di mansioni superiori o di funzioni vicarie, anche nel caso in cui detti docenti godano dell’esonero o semiesonero ai sensi dell’articolo 459 del decreto legislativo n. 297 del 1994.

Per quanto riguarda la sostituzione del dirigente scolastico, il Consiglio di Stato con il parere n. 1021 della sezione II del 26 luglio 2000 ha sancito che “la soluzione al problema della sostituzione del dirigente scolastico in caso di assenza o impedimento sembra debba piuttosto essere ricercata nella normativa generale e, quindi, nell’affidamento temporaneo di funzioni da parte del dirigente a uno dei suoi collaboratori ove si tratti di impedimenti di breve durata, o attraverso l’affidamento della reggenza da parte del competente dirigente generale per assenze protratte nel tempo”.

Pertanto, a parere di questa Agenzia ne consegue che se il dirigente si dovesse assentare per un lungo periodo, la Direzione scolastica regionale dovrà nominare un reggente o un sostituto autorizzato a condurre la trattativa.

.

.

.

.

RSU. IL DS non può delegare al vicario la conduzione della contrattazione di istituto ultima modifica: 2018-12-09T09:27:27+01:00 da Gilda Venezia
Gilda Venezia

Leave a Comment
Share
Pubblicato da
Gilda Venezia

Recent Posts

Sì a classi anche con meno di 15 alunni

Orizzonte Scuola, 4.3.2020 50mila docenti ed ATA in più, ma licenziati se ci sarà lockdown.…

3 ore fa

Concorso, titoli congiunti, cosa sono?

di Guido Ferrari, InfoDocenti.it, 4.7.2020. Tra le varie voci da compilare per la domanda del concorso c’è quella…

3 ore fa

Il travagliato ma utile ritorno dell’educazione civica nelle scuole

di Francesco Provinciali, il Domani, 3.7.2020 Nel rispetto dell’istituzione e del compito che le viene…

4 ore fa

Alle paritarie altri 150 milioni per salvarle

di Alessandro Giuliani, La Tecnica della scuola, 4.7.2020. Il M5S è “amareggiato” ma in Commissione dei…

5 ore fa

Il Pd vota con la Lega: 300 milioni alle scuole paritarie

di Corrado Zunino,  la Repubblica, 3.7.2020. Emendamento alla Camera: arriva un finanziamento bis per contrastare…

6 ore fa

Concorso straordinario abilitante, proroga domande al 15 luglio

La Tecnica della scuola, 3.7.2020. Proprio nella stessa giornata in cui si sarebbe chiusa la…

6 ore fa

Questo sito contiene cookie tecnici, analitici e terze parti per la migliore fruizione dei contenuti del sito anche mediante tracciamento delle attività nel sito. Per visualizzare la cookie policy e disabilitare i cookie diversi da quelli tecnici, clicca sul link sotto. Chiudendo questo banner e navigando sulla pagina, acconsenti all'uso dei cookie.

Clicca qui per visualizzare la cookie policy