Anno scolastico 2017/2018, anticipato l’inizio delle iscrizioni

Repubblica-scuola_logo1

di Salvo Intravaia,  la Repubblica, 15.11.2016 

– Il Miur accorcia i tempi a disposizione delle famiglie per effettuare la scelta. Il ministero vorrebbe anticipare i trasferimenti degli insegnanti a giugno o addirittura a maggio ed evitare che si ripeta il caos dello scorso settembre quando, a lezioni avviate, mancavano ancora molti docenti

iscrizioni-online1

Iscrizioni all’anno scolastico 2017/2018 a partire dal prossimo 16 gennaio. Il ministero dell’Istruzione anticipa le date delle iscrizioni al prossimo anno e accorcia i tempi a disposizione dei genitori per effettuare la scelta in modo da evitare il caos dello scorso mese di settembre, quando a lezioni avviate mancavano ancora parecchi docenti. La circolare pubblicata nel tardo pomeriggio sul sito istituzionale del Miur riporta, per le seguenti date: inizio delle iscrizioni alle prime classi della scuola primaria e secondaria il 16 gennaio e chiusura delle aree il 6 febbraio. Le iscrizioni, tranne che per la scuola dell’infanzia, si dovranno effettuare esclusivamente online, previa registrazione sul sito iscrizioni.istruzione.it. “Coloro che sono già in possesso di un’identità digitale (Spid) – spiegano da viale Trastevere – possono accedere al servizio utilizzando le credenziali del proprio gestore”.

Le iscrizioni agli anni successivi al primo vengono disposte dalle stesse segreterie scolastiche d’ufficio, a meno che un alunno non intenda trasferirsi d’istituto. Quelle alla scuola dell’infanzia continueranno ad effettuarsi sul modello cartaceo da consegnare in segreteria entro le stesse date previste per tutti gli altri ordini di scuola. Resta in vigore l’Anticipo per l’ingresso alla primaria a cinque anni e mezzo e nella scuola dell’infanzia a due anni e mezzo. La data limite per compiere rispettivamente sei e tre anni è sempre il 30 aprile 2018. La circolare di quest’anno ricalca pressoché integralmente quella dello scorso anno senza novità di rilievo. L’unica riguarda l’anticipo dell’intero momento in cui famiglie e studenti possono esercitare la propria opzione. A spiegarne i motivi è lo stesso documento. “Le iscrizioni costituiscono, come noto, la prima fase del procedimento di avvio dell’anno scolastico, che impegna l’intera struttura ministeriale, coinvolgendo attori pubblici e privati”, spiegano da viale Trastevere.

A partire dai dati delle iscrizioni, il ministero elabora infatti un organico di previsione degli insegnanti da cui dipenderanno i trasferimenti, le assunzioni e tutti gli altri movimenti del personale. Secondo quanto anticipato qualche giorno fa ai sindacati, il ministero intenderebbe anticipare i trasferimenti al mese di giugno o addirittura a maggio. In questo caso verrebbero anticipati anche i pensionamento, che decorrono comunque dal primo settembre. Le scuole, in caso di richieste in esubero, dovranno preliminarmente pubblicare i criteri di preferenza definiti dal Consiglio di istituto. Non sarà possibile comunque scegliere quello temporale di invio della domanda. I criteri “debbono rispondere a principi di ragionevolezza quali, a puro titolo di esempio, quello della viciniorietà della residenza dell’alunno alla scuola o quello costituito da particolari impegni lavorativi dei genitori”. Sono “sconsigliati” criteri come quello “consistente nel rapporto di parentela tra minore da iscrivere e personale della scuola presso la quale si fa richiesta di iscrizione.

Si ritiene inoltre – prosegue la circolare – sia da evitare il criterio di precedenza consistente nel ricorso a eventuali test di valutazione quale metodo di selezione delle domande di iscrizione. In quest’ottica, l’eventuale adozione del criterio dell’estrazione a sorte rappresenta l’estrema ratio”. Ricorreranno quasi certamente ad una selezione degli ingressi i licei musicali che ha visto triplicare i propri iscritti in appena due anni. Nel 2014/2015 gli iscritti nei licei musicali e coreutici sfioravano le 10mila unità: 9.735 alunni distribuiti in 456 classi. Oggi i licei musicali sono 140 e domani mattina presso la sala Caduti di Nassirya, piazza Madama a Roma, il ministro dell’istruzione Stefania Giannini e l’ex ministro Luigi Berlinguer presenteranno i due volumi “I Licei Musicali e Coreutici Italiani. Rapporto 2016”.

.

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl