Docenti, per il primo giorno di assenza potranno essere sostituiti con l’organico potenziato

Tecnica_logo15B

Alessandro Giuliani, La Tecnica della scuola  Mercoledì, 30 Settembre 2015.  

Miur_17

È arrivata l’attesa risposta del Miur sulle assenze ‘brevi’ di docenti e Ata assenti: per i primi si utilizzerà l’organico potenziato, per gli Ata si prenderà la responsabilità il dirigente.

Attraverso la Nota 2116, del 30 settembre 2015, dal dicastero di Viale Trastevere si spiega ai direttori generali degli Usr che superare il diktat imposto dalla Legge di Stabilità 2015 non sarà impossibile: per gli insegnanti, sostiene il ministero dell’Istruzione, si spiega che una volta conclusa la fase C del piano straordinario di assunzioni si potrà “provvedere alla sostituzione del personale assente anche mediante l’utilizzo dell’organico potenziato che verrà assegnato ad ogni istituzione scolastica”.

La soluzione appare tuttavia semplicistica, oltre che tardiva (visto che l’organico potenziato vedrà la luce non prima della prima decade di dicembre): alle superiori, ad esempio, dove vi sono decine e decine di classi di concorso, potrebbe sostituire il docente assente un neo-assunto con competenze e abilitazioni ben diverse. E alla scuola dell’infanzia cosa accadrà, visto che per la fase C non sono previste assunzioni per questo ciclo scolastico?

Diversa è la soluzione indicata dal Miur per il personale Ata: i presidi, in sostanza, si prenderanno la responsabilità di nominare i supplenti, anche per i primi sette giorni di assenza dei collaboratori scolastici. In deroga, anche in questo caso, alla Legge di Stabilità. La possibilità, tuttavia, dovrà essere residua e motivata da “urgenze che non potrebbero trovare alcuna altra risposta”.

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl