Il Pd prende le distanze da Giannini

tuttoscuola_logo14

Tuttoscuola,  del 27.4.2015.

Orfini3

Con una insolita comunicazione congiunta il presidente del Pd Matteo Orfini e il vicesegretario del partito, Lorenzo Guerini, prendono le distanze da un ministro del loro stesso partito. Si tratta di Stefania Giannini. Scotta l’epiteto con il quale la titolare del Miur ha bollato i suoi contestatori alla festa dell’Unità (“squadristi“).

Con la Buona Scuola il governo ha costruito un percorso di ascolto lungo e approfondito che ha coinvolto migliaia di operatori scolastici, insegnanti, famiglie e studenti“, scrivono i due dirigenti del Pd. “Per la prima volta da molti anni siamo di fronte a un governo che, invece di tagliare, investe nella e sulla scuola risorse finanziarie molto significative, si torna ad assumere e si pone fine alle graduatorie, si valorizza il merito e la formazione degli insegnanti“.

Comunque “al centro di tutto è l’autonomia scolastica: la scuola appartiene a chi la fa. Per questo il Partito Democratico continuerà a confrontarsi e a discutere per migliorare ancora di più la riforma. Senza eccessi ed evitando toni ultimativi da tutte le parti”.

Poi la stoccata: “E’ sbagliato che si impedisca di parlare a chi presenta la riforma, così come è sbagliato bollare di squadrismo chi manifesta il proprio dissenso. La scuola è il cuore del cambiamento dell’Italia, evitiamo che diventi oggetto di scontri ideologici e sopra le righe“.

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl