Immissioni in ruolo 2016/17: attribuzione ambito e sede. Precedenze, graduatorie da utilizzare

Orizzonte_logo14

di Nino Sabella, Orizzonte Scuola,  11.8.2016

RUOLI2016a

Nella giornata di ieri, 10 agosto 2016, sono state pubblicate le indicazioni e le istruzioni operative per le assunzioni a tempo indeterminato per l’a.s. 2016/17, come abbiamo riferito in “Immissioni in ruolo 2016/17, istruzioni operative e disponibilità. Come funziona assegnazione sede per neoassunti della scuola d’infanzia” .

Le succitate istruzioni sono allegate alla nota n. 21833 del 5 agosto u.s. In esse si forniscono specifiche indicazioni: sul contingente destinato alle assunzioni; sulle graduatorie da cui attingere per le immissioni; sull’assegnazione dell’ambito e  della sede; sulle precedenze; sulle assunzioni in relazione alle nuove classi di concorso definite dal DPR n.19/2016; sulla riserva di posti prevista dalla legge n. 68/99; sull’assegnazione dei posti di sostegno e dei posti (comune/lingua) della scuola primaria; sulla possibilità di stipulare contratti part-time.

Focalizziamo la nostra attenzione su quello che sarà il contingente destinato alle assunzioni, sulle graduatorie da cui attingere per le medesime, sull’assegnazione dell’ambito e della sede e sulle precedenze.

CONTINGENTE ASSUNZIONI

Il contingente destinato alle assunzioni a tempo indeterminato del personale docente per l’a.s. 2016/17 è pari, a livello nazionale, a 32.419 posti, di cui 25.198 posti comuni e 7.221 posti di sostegno.

La distribuzione a livello provinciale, come leggiamo nelle istruzioni, sarà comunicata dal Miur tramite il sistema informativo, mentre sarà compito degli Uffici Scolastici Regionali procedere alla suddivisione dei contingenti provinciali in contingenti di ambito territoriale, ossia alla suddivisione dei posti in ciascun ambito della provincia.

La suddivisione per provincia è stata effettuata solo per le assunzioni di scuola dell’infanzia: Sostegno – Posti comuni

GRADUATORIE DA CUI ATTINGERE PER LE ASSUNZIONI

Le assunzioni avverranno dalle graduatorie di merito del concorso 2016, se pubblicate, e dalle GaE; a ciascuna di esse è destinato il 50% dei posti. Qualora le graduatorie di merito del concorso 2016 non fossero pubblicate, le immissioni avverranno interamente dalle GaE (della classe di concorso o posto interessati); a partire dall’anno scolastico successivo a quello delle immissioni in ruolo per l’a.s. 2016/17, ossia dall’a.s. 2017/18, avverrà il recupero dei posti attribuiti in più alle GaE.

Qualora il numero di posti da attribuire sia dispari, l’unità in più verrà attribuita alle graduatorie di merito.

I docenti, che accettano o rifiutano una proposta di assunzione su posto di sostegno, possono comunque accettare, nello stesso ambito territoriale, una successiva proposta di assunzione su posto comune della stessa o altra graduatoria, eccetto il personale che ha conseguito il titolo di sostegno nei corsi speciali riservati (art. 3 DM 21/05) e il personale che ha conseguito il titolo di sostegno in seguito all’ammissione ai corsi dovuta al fatto di aver svolto360 giorni di servizio su sostegno. Tale personale ha l’obbligo di stipulare con priorità contratti  a tempo determinato e indeterminato su posti di sostegno (art. 7 comma 9 DM n 21/05).

I docenti, che accettano una proposta di assunzione in un ambito territoriale, possono comunque accettare, nello stesso ambito territoriale o in altro ambito territoriale, un’eventuale altra proposta di assunzione per altra classe di concorso o posto soltanto in caso di immissione da altro tipo di graduatoria, nel caso in cui l’aspirante si trovi iscritto per posti o classi di concorso diverse in GaE e contemporaneamente in una graduatoria di merito (es. GaE infanzia e GM primaria o secondaria).

I sopra citati aspiranti, che hanno l’obbligo di stipulare con priorità contratti su posti di sostegno, non possono accettare successivamente una proposta su posto comune per insegnamenti collegati ad abilitazioni conseguite tramite il citato DM n.21/05. Deduciamo, quindi, che possano farlo per insegnamenti collegati ad abilitazioni conseguite non tramite il citato DM.

Scuola dell’Infanzia
Per la scuola dell’infanzia le immissioni in ruolo, secondo quanto stabilito dal DL n. 42/2016 – convertito nella legge n. 89/2016 – e dal DM n. 496/2016, avverranno dalle GaE e prioritariamente (come leggiamo nella suddetta nota) dalle Graduatorie di merito del concorso 2012; laddove le citate graduatorie di merito siano esaurite o si esauriscano con l’attribuzione alle stesse di un numero di posti inferiore al 50%, si deve accantonare il 15% dei posti da destinare alla fase nazionale. Per approfondire la procedura di immissioni in ruolo dei docenti della scuola dell’infanzia presenti nelle GM del concorso 2012  vedi“Assunzioni da concorso infanzia 2012: la guida e le istruzioni”

ASSEGNAZIONE DELL’AMBITO E DELLA SCUOLA

I docenti inseriti nelle graduatorie di merito scelgono, secondo l’ordine di graduatoria, l’ambito territoriale di assunzione tra quelli facenti parte delle regione in cui hanno svolto il concorso (eccetto i docenti di scuola dell’infanzia che partecipano alla fase nazionale di cui sopra).

I docenti inseriti nelle graduatorie ad esaurimento scelgono, secondo l’ordine di graduatoria, l’ambito territoriale di assunzione tra quelli facenti parte delle provincia in cui sono iscritti.

Una volta scelto l’ambito, l’assegnazione dei docenti alle scuole avverrà tramite la chiamata diretta o per competenze, disciplinata dalla direttiva ministeriale del 22 luglio u.s.

PRECEDENZE

La priorità della scelta della sede, ai sensi degli articoli 21 e 33 -c commi 5 e 7 della legge n. 104/92, non opera nella scelta dell’ambito territoriale effettuata dai docenti inseriti nelle graduatorie di merito. Nessuna indicazione, è fornita riguarda agli aspiranti inseriti nelle GaE, per cui è presumibile che la citata priorità operi per le assunzioni da GaE nella scelta dell’ambito territoriale della provincia di iscrizione nella graduatoria ad esaurimento.

Le suddette precedenze, invece, per i docenti assunti da GM (come per quelli inseriti in GaE) operano nell’assegnazione della sede (nelle istruzioni non è specificato, ma a rigor di logica tale assegnazione deve avvenire secondo quanto indicato nella nota ministeriale n. 20543 del 27 luglio).

  • Tutto sulle immissioni in ruolo

.

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl