TFA sostegno: come saranno costituite le graduatorie finali d’accesso

Orizzonte_logo14

di Nino Sabella, Orizzonte Scuola, 11.12.2016

lavagna_tfa-sostegno1

– Il Miur, com’è noto, ha dato il via alle operazioni per l’organizzazione dei percorsi di specializzazione per le attività di sostegno.

TFA specializzazione sostegno 2016/17: il bando. Chi può partecipare e le prove

Per accedere ai suddetti percorsi, i docenti già abilitati  dovranno partecipare e superare le prove d’accesso, consistenti in un test preliminare, una prova scritta e/ pratica e in una prova prova orale, che saranno predisposte dalle Università.

Terminate le prove d’accesso e valutati i titoli, saranno stilate le graduatorie finale d’accesso ai corsi.

Vediamo quali sono i punteggi minimi per superare le prove e come saranno stilate le graduatorie finali.

Per superare il test preliminare sarà necessario conseguire un punteggio minimo di 21/30, come leggiamo nel DM 30 settembre 2011.

Alla prova scritta e/o pratica sarà ammesso un numero di candidati pari al doppio del dei posti messi a bando dall’Università in cui si svolge detto test preliminare.

La prova scritta e/o pratica si supera conseguendo un punteggio minimo di 21/30; nel caso di più prove, la valutazione scaturisce dalla media aritmetica dei punteggi ottenuti in ciascuna prova, fermo restando che in ciascuna di esse si deve conseguire un punteggio minimo di 21/30.

La prova orale si supera conseguendo un punteggio sempre pari a 21/30.

Terminate le suddette prove, si procederà alla redazione della graduatorie finale degli ammessi al corso, formata nei limiti dei posti messi a bando.

I candidati saranno graduati  sulla base dei punteggi ottenuti nelle prove suddette, ossia test preliminare, prova scritta e/o pratica e prova orale, cui vanno aggiunti i punteggi derivanti dalla valutazione dei titoli culturali e professionali individuati dalle Università.

In caso di parità di punteggio prevale il candidato con maggiore anzianità di servizio di insegnamento sul sostegno nelle scuole. In caso di ulteriore parità ovvero nel caso di candidati che non hanno svolto il predetto servizio prevale il candidato anagraficamente piu’ giovane.

Riguardo ai titoli professionali e culturali che, come suddetto saranno individuati dalle Università, queste ultime hanno un solo vincolo dettato dall’articolo 4 comma 8, dove leggiamo che: “i candidati collocati in una graduatoria di merito, oltre il limite dei posti messi a bando, in una o più procedure relative alla scuola dell’infanzia, alla scuola primaria, alla scuola secondaria di primo grado e di secondo grado, sono riconosciuti nell’ambito dei 10 punti attribuibili ai sensi dell’articolo 6, comma 8, DM Sostegno (30 settembre 2011), punti 3 nelle relative procedure”.

Le Università, naturalmente, indicheranno i suddetti titoli nei rispettivi bandi.

.

TFA sostegno: come saranno costituite le graduatorie finali d’accesso ultima modifica: 2016-12-11T10:28:13+01:00 da Gilda Venezia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl