Assunzioni fase B e C. Manifestazione volontà a prestare servizio presso la provincia d’inserimento in GAE

Orizzonte_logo14

di Avv. Marco Barone, Orizzonte Scuola,   3.9.2015

nomine-fasiB-C69

Da Palermo a Milano, da Napoli a Trieste, e forse vi saranno anche dei casi inversi.

Quella che ora segue non è una impugnazione, perché porrebbe il lavoratore nelle condizioni di ricorrere nelle sedi giudiziarie in tempi ristretti, ma una manifestazione di volontà, una dichiarazione espressa, con la quale il lavoratore chiede di prestare servizio presso la provincia in cui è inserito nelle GAE.

Come è noto nella Gazzetta Ufficiale del 28 agosto 2015 è stato pubblicato l’avviso sulle proposte di assunzione della fase B del piano straordinario a.s. 2015/16, ai sensi dell’articolo 1, Comma 98, lettera b), della legge n. 107 del 13 luglio 2015 concernente la Riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione e delega per il riordino delle disposizioni legislative vigenti. Il detto avviso precisa che le proposte di assunzione di cui all’articolo 1, comma 102, della legge 13 luglio 2015, n. 107, verranno effettuate, per la fase di cui alla lettera b) del comma 98 della medesima legge, alle ore 00.01 del giorno 2 settembre 2015 attraverso il sistema informativo Istanze OnLine(…) I docenti destinatari accettano espressamente la proposta di assunzione entro le ore 24.00 del giorno 11 settembre 2015, esclusivamente avvalendosi delle apposite funzioni disponibili nel citato sistema informativo.

La penalizzazione, in caso di non accettazione della proposta di assunzione, nei termini e con le modalita’ predetti, è pesante. Infatti, i docenti destinatari non possono essere ​ricevere ulteriori proposte di assunzione a tempo indeterminato ai sensi del piano di assunzioni di cui all’articolo 1, comma 98, della citata legge. Ma si evidenzia altresì che i docenti che non accettano la proposta di assunzione eventualmente effettuata nella citata fase b), non partecipano alle fasi successive del piano di assunzioni e sono definitivamente espunti dalle graduatorie di merito e ad esaurimento in cui sono iscritti..

Ora, nell’attesa che il piano di mobilità straordinario abbia luogo, e che definisca determinati criteri, a parer mio è atto propedeutico ad una futura impugnazione, che il lavoratore manifesti la propria volontà, una volta accettata la proposta di assunzione, a permanere nella propria provincia. Atto che servirà anche a porre una certa forma di “pressione” nei confronti degli organi competenti affinché si ponga rimedio alla situazione che si è venuta a determinare e non certamente per colpa e responsabilità dei lavoratori e delle lavoratrici della nostra scuola.

A ciò, insomma, non si potrà certamente rimanere indifferenti, e non trattasi di sterile lamentazione, ma di diritti sacrosanti violati. Segue testo manifestazione di volontà, da inviare via Pec mail o via raccomandata al MIUR, all’Ufficio Scolastico Regionale ed Ufficio scolastico territoriale della provincia nella quale si è assegnati per il ruolo.

Oggetto: manifestazione volontà a prestare servizio presso la provincia d’inserimento in GAE

Spett. MIUR
Viale Trastevere, 76/a
00153 ROMA

Spett. USR di ……………….

Spett. UST di ………………

Premesso

  • che il/la sottoscritto/a nato/a il a C.F residente in Prov iscritto nelle Graduatorie ad Esaurimento della provincia di classe di concorso che in data ha ricevuto la proposta di assunzione così detta straordinaria di cui alla legge 13 luglio 2015, n. 107 articolo 1, Comma 98, lettera b) e seguenti, che la provincia nella quale viene proposta la nomina in ruolo è ………..
  • che all’atto della domanda di partecipazione al citato piano di assunzioni straordinario ha indicato la seguente preferenza prioritaria ………………………….. (riportare le prime tre province)
  • che non si è a conoscenza delle ragioni organizzative e tecniche, alla base dell’assegnazione, in caso di accettazione della proposta di assunzione, nella provincia di e Comune di che le indicazioni come oggi sussistenti sono generiche ed insussistenti, che non risulta esservi nella provincia di provenienza alcun eccesso di organico;
  • che avendo, l’istante, lavorato per diversi anni nella provincia di residenza, che in detta provincia è collocato il proprio nucleo famigliare, che un trasferimento e/o assegnazione nella provincia di comporta anche un danno esistenziale stante l’obiettivo peggioramento delle condizioni di vita, conseguenza di un fatto che inciderà su beni costituzionalmente protetti, collegati alla famiglia, alla vita di relazione ecc,

per i motivi come ora esposti, manifesta la propria volontà di permanere, ai fini lavorativi, nella provincia di …………………………..

Si precisa che la presente non è da intendersi ai sensi di legge come impugnativa.

Luogo, data

 

Assunzioni fase B e C. Manifestazione volontà a prestare servizio presso la provincia d’inserimento in GAE ultima modifica: 2015-09-03T07:49:28+00:00 da Gilda Venezia

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl