Bonus e super-punteggio per i docenti nelle aree a rischio?

Alessandro Giuliani, La Tecnica della scuola, 19.7.2017

– Introdurre un ruolo professionale diversificato per i docenti in prima linea nelle zone a rischio dispersione scolastica.

La richiesta è giunta alla ministra Fedeli, il 19 luglio, in occasione della sua visita a Palermo, nell’aula magna della scuola Giovanni Falcone nel quartiere Zen, dove nei giorni scorsi è stato sfregiato il busto in gesso che ritraeva il magistrato ucciso 25 anni fa.

“Si riconosca lo status giuridico di docenti di scuole in aree a rischio, si definisca un nuovo status professionale”, si legge nella missiva letta da una docente dello stesso istituto comprensivo Giovanni Falcone, a nome del personale docente che opera nella scuola di periferia del capoluogo siciliano.

Nello specifico, in cosa consista tale status professionale diverso, non è ancora del tutto chiaro: probabilmente, l’intendimento dei richiedenti è quello di prevedere un surplus di punteggio in caso di richiesta di mobilità, quindi di aggravio di lavoro, anche ai fini pensionistici, e forse anche a livello stipendiale.

.

Bonus e super-punteggio per i docenti nelle aree a rischio? ultima modifica: 2017-07-20T05:30:04+02:00 da Gilda Venezia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl