Chi può insegnare educazione fisica nella scuola primaria: requisiti e stipendio

di Simone Micocci, Money.it, 21.12.2018

– Scuola elementare: l’insegnamento dell’educazione motoria sarà affidata a maestri specializzati. Ecco quali sono i titoli richiesti, i posti a disposizione per le assunzioni e lo stipendio percepito.

Nelle scuole elementari presto arriverà una nuova figura: l’insegnante specializzato nell’insegnamento dell’educazione fisica.

Nei giorni scorsi, infatti, alla Camera è stata approvata la legge delegache permette al Governo di adottare un apposito provvedimento che introduca nuove regole per l’insegnamento curricolare dell’educazione motoria nella scuola primaria da parte degli insegnanti forniti dell’idoneo titolo.

È proprio quest’ultimo aspetto che ci differenzia da quanto succede oggi nelle scuole: una volta che il Governo approverà il decreto attuativo (avrà tempo 12 mesi dall’entrata in vigore della Legge delega), infatti, potranno insegnare educazione fisica alle elementari solamente i docenti in possesso del titolo richiesto. Saranno dei specialisti, quindi, ad insegnare educazione motoria nella scuola primaria, un po’ come succede nella secondaria di I e di II grado.

Oggi invece l’educazione motoria, che pure è materia curricolare, rappresenta un “fanalino di coda” del programma formativo dal momento che l’insegnamento, in mancanza di un maestro specializzato, viene assegnato ad un maestro generalista affiancato – quando possibile – da un tutor (come previsto dall’iniziativa “Sport di classe” siglata dal Miur e dal Coni ormai 10 anni fa).

Spetterà al Governo – su proposta del Miur e sentiti gli altri Ministeri interessati – approvare il decreto attuativo della legge delega (che deve essere ancora approvata al Senato) per permettere l’assunzione dei nuovi insegnanti di educazione fisica a partire dal “primo anno scolastico utile rispetto all’entrata in vigore del predetto decreto legislativo”.

Secondo quanto dichiarato dal Ministro dell’Istruzione, Marco Bussetti, ad essere assunti saranno 11.800 insegnanti; vediamo quindi quali saranno i titoli che questi devono avere per poter insegnare educazione motoria alle elementari e quale sarà il loro stipendio.

Chi può insegnare educazione fisica alle elementari

Una volta che il Senato approverà la legge delega e che il Governo la attuerà con l’apposito decreto, anche nelle scuole elementari arriverà il professore – o meglio, il maestro – di educazione fisica in possesso dei titoli di studio idonei e di una preparazione mirata sulla materia.

L’obiettivo, come dichiarato dal Ministro Marco Bussetti in un’intervista rilasciata in esclusiva alla Gazzetta dello Sport, è di aumentare la cultura sportiva e nel contempo migliorare le abilità motorie dei più piccoli così da non lasciare “tutto il peso sulle spalle dei genitori nel dopo-scuola”.

Per questo motivo l’assunzione, che avverrà tramite concorso dedicato, sarà rivolta esclusivamente ai laureati nelle seguenti discipline (o in possesso di titoli di studio equiparati):

  • Scienze e tecniche delle attività motorie preventive ed adattative;
  • Scienze e tecniche dello sport.

Complessivamente, quindi, ci saranno opportunità di lavoro per circa 12 mila laureati in queste discipline; per ovvi motivi, però, l’assunzione sarà graduale.

Assunzione dei nuovi maestri di educazione fisica

Come anticipato dal Ministro dell’Istruzione, Marco Bussetti, sono 11.800 le assunzioni necessarie per completare gli organici e permettere a tutti gli studenti delle elementari di essere seguiti – per due ore a settimana – da maestri specializzati nell’insegnamento dell’educazione motoria.

Il reclutamento, però, sarà graduale: le intenzioni del Miur sono di partire con l’assunzione di abbastanza docenti per l’insegnamento dell’educazione fisica in quarta e quinta elementare, per poi in un secondo momento estenderlo anche nei primi tre anni.

Per quanto riguarda il guadagno dei maestri di educazione fisica, questo sarà lo stesso di quello degli altri maestri della scuola primaria visto che nella legge delega si legge che questi saranno equiparati – sia per lo stato giuridico che per quello economico – ai loro colleghi.

La retribuzione tabellare (a parità di CCNL) quindi dovrebbe essere la seguente.

Anzianità di servizio Retribuzione tabellare lorda
0-8 19.996,27€
9-14 22.198,06€
15-20 24.136,06€
21-27 26.030,66€
28-34 27.888,89€
oltre i 35 29.275,99€

.

.

.

.

.

Chi può insegnare educazione fisica nella scuola primaria: requisiti e stipendio ultima modifica: 2018-12-23T12:02:30+01:00 da Gilda Venezia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl