Chiamata diretta, rottura definitiva tra Miur e sindacati: si va verso l’atto unilaterale

Tecnica_logo15B

Lucio Ficara,  La Tecnica della scuola  14.7.2016

strappa1a

– Dopo una estenuante giornata di trattative, finisce male la questione della chiamata diretta: tra Miur e sindacati è arrivata la rottura definitiva.

E stavolta sembrerebbe proprio che non vi siano più i presupposti per tornare indietro. Per cui, la sequenza contrattuale sulla chiamata diretta è giunta di fatto al capolinea.

Qual è stato il motivo principale di questa rottura? Il motivo va ricondotto principalmente al numero e alla tipologia dei requisiti nazionali proposti dal Miur, ma non accettati dai sindacati.

I dirigenti del dicastero di Viale Trastevere ne proponevano circa una quarantina, alcuni di tipologia ripetuta come le competenze linguistiche per la primaria e quelle per la secondaria: dall’altra parte, le organizzazioni dei lavoratori chiedevano un numero ristretto, al massimo di otto requisiti.

Nel corso della trattativa, si è arrivati a ridurre la “rosa” proposta dal Miur sino a 30 (si era partiti da quasi 50!). Solo che i sindacati erano disposti al massimo ad arrivare ad 11.

A quel punto, il discorso si è incentrato sulla tipologia dei requisiti e sulle certificazioni che avrebbero validati i titoli. I sindacati, ad esempio hanno ritenuto inaccettabile requisiti generici, come le esperienze lavorative nei musei; mentre si sarebbero detti d’accordo sul valorizzarne altri più specifici, come l’esperienza di tutor nell’alternanza scuola-lavoro o anche di tutoraggio dei neo-assunti in ruolo.

Tuttavia, le parti continuavano ad essere troppo distanti. Così, l’accordo è saltato. Sembra che i sindacati abbiano lasciato il Miur anche abbastanza contrariati. Adesso non resta che attendere e leggere il loro comunicato unitario.

In tanti si chiedono cosa accadrà ora: che ne sarà, in particolare, delle decine di migliaia di docenti che dovranno essere collocati attraverso la chiamata diretta? Di fondo, c’è la Legge 107/2015, che parla da sola: il Miur realizzerà di fatto, con ogni probabilità, un atto unilaterale, pubblicando solamente delle linee guida.

Chiamata diretta, rottura definitiva tra Miur e sindacati: si va verso l’atto unilaterale ultima modifica: 2016-07-15T05:48:43+00:00 da Gilda Venezia

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl