Come finire questo travagliato anno scolastico?

di Fabrizio Reberschegg, dalla Gilda degli insegnanti di Venezia, 17.3.2020

– Gli esperti e i virologi non hanno dubbi. L’epidemia durerà ben oltre il 3 aprile e l’emergenza rischia di protrarsi fino a estate inoltrata. Di fronte a questo scenario probabile stanno cominciando a farsi largo alcune proposte sul da farsi.
Tralasciando l’uscita improvvida di Pino Turi della UIL che ha proposto l’apertura delle scuole fino a luglio con esami a settembre, mi sembra che l’unica proposta sensata venga da Rusconi dell’A.N.P. In sintesi si prospetta la conclusione dell’anno scolastico in modalità telematiche con il passaggio automatico alla classe successiva e la calendarizzazione degli esami di Stato (terza media e maturità) ai primi di settembre. Rusconi propone che le commissioni per l’Esame di Stato della secondaria di secondo grado siano composte da docenti interni per evitare trasferimenti territoriali dei docenti nominati commissari esterni.

Pur apprezzando il realismo di Rusconi, mi permetto di implementare la proposta con alcuni correttivi:

  • Va bene il passaggio alla classe successiva anche senza selezione, ma questo non deve significare un colpo di spugna sulla valutazione che non può essere relegata solo alla prima parte dell’anno scolastico. Meglio è attuare, in analogia con quello che in modo confuso si intende realizzare nel primo biennio degli istituti professionali, un sistema di valutazione che slitti nella classe successiva utilizzando i riscontri dati anche con la didattica a distanza utilizzata nella seconda parte dell’anno scolastico 2019-10.
    In concreto l’a.s. 2020-21 dovrebbe essere momento di valutazione complessiva dei due periodi didattici.

.

  • Le commissioni di maturità dovrebbero rimanere con la componente esterna evitando nomine di colleghi che vengono da territori distanti. A prescindere da alcuni specifici contesti è facile nominare esterni colleghe e colleghi che sono titolari nello stesso comune o in comuni limitrofi.
    Ritornare a legittimare le commissioni interne significa vanificare completamente la serietà dell’esame aprendo scenari futuri che spingono all’abolizione del valore legale del titolo di studio.

 

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

 

Come finire questo travagliato anno scolastico? ultima modifica: 2020-03-17T14:10:31+01:00 da Gilda Venezia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl