Concorso ordinario scuola: cosa sta succedendo?

La Tecnica della scuola, 25.9.2020.

Gilda Venezia

Sul fronte dei concorsi, sono giorni caldissimi. Lo scontro tra la Ministra Azzolina e le opposizioni, in prima linea Fratelli d’Italia, non accenna a placarsi. Se da un lato la Meloni e i suoi puntano a un rinvio delle procedure concorsuali, definendo “incosciente” il tentativo di perseverare, dall’altro la Ministra insiste: i concorsi partiranno in ottobre, prima lo straordinario e subito a seguire le tre prove del concorso ordinario per la scuola d’infanzia, primaria e secondaria di primo e secondo grado.

Tuttavia, oltre le dichiarazioni dell’una e dell’altra parte, non filtrano novità. Ancora non è stata presa una posizione ufficiale da parte del MIUR in merito alla prova preselettiva prevista dalle tre procedure concorsuali dell’ordinario, ed è chiaro che, alla luce dell’emergenza sanitaria, si tratterebbe di un banco di prova importante.

E allora, cosa accadrà? Se non ci sono ancora date, una cosa è comunque certa: ottobre è alle porte, bisogna accelerare e sciogliere ogni riserva. I recenti risultati elettorali hanno d’altra parte rinsaldato la posizione della Azzolina, facendo tramontare le ipotesi di rimpasto che la davano in bilico. Questo potrebbe ridare forza alle posizioni della Ministra, che rimane salda nell’idea di dare il via ai concorsi nelle prossime settimane.

Il primo scoglio: la prova preselettiva

E quindi, concretamente, come si svolgerà la prova preselettiva? Ricapitoliamo qui di seguito i contenuti della prova, sia per il concorso infanzia e primaria sia per quello relativo alla secondaria.

Preselettiva infanzia e primaria: 50 quesiti a risposta multipla e 50 minuti di tempo. Le domande sono così suddivise:

  • capacità logiche: 20 domande;
  • comprensione del testo: 20 domande;
  • normativa scolastica: 10 domande;

Preselettiva secondaria di I e II grado: un’ora di tempo e 60 quesiti a risposta multipla così suddivisi:

  • capacità logiche: 20 domande;
  • comprensione del testo: 20 domande;
  • normativa scolastica: 10 domande;
  • lingua inglese: 10 domande.

Sono ammessi alla prova scritta candidati per numero pari a tre volte superiore ai posti totali disponibili, anche in questo caso su base regionale e per singola procedura concorsuale. Ricordiamo che, con ogni probabilità, lo svolgimento della prova sarà computer-based.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

 

Concorso ordinario scuola: cosa sta succedendo? ultima modifica: 2020-09-26T04:10:43+02:00 da Gilda Venezia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl