Concorso scuola 2020: bandi (quasi) pronti per 70mila insegnanti

di Teresa Maddonni, Money.it, 23.1.2020

– Per il concorso scuola 2020 i bandi sono pronti o in fase di lavorazione per 70mila insegnanti. A confermarlo sulla sua pagina Facebook la ministra Azzolina al termine dell’incontro con i sindacati del 22 gennaio.

Per il concorso scuola 2020 sono quasi pronti i bandi per 70mila insegnanti. La scrittura dei bandi per 48mila docenti dei concorsi straordinario e ordinario è in fase avanzata, mentre è pronto quello per infanzia e primaria.

Si prevede anche il bando per docenti di religione. Una cifra che tocca le 70mila immissioni nel mondo della scuola e a confermare quanto appena detto è proprio la ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina attraverso la sua pagina Facebook.

Azzolina scrive al termine dell’incontro tanto atteso con i sindacati che si è avuto il 22 gennaio al ministero. Un incontro politico in cui le parti sociali sono state informate sull’avanzamento dei lavori e sulle intenzioni del ministero.

Nonostante la soddisfazione dei sindacati al termine dell’incontro resta sempre la preoccupazione e perplessità sul fronte dei precari. Il Decreto scuola diventato Legge il 19 dicembre 2019 ha previsto il concorso scuola straordinariodel 2020 proprio per inserire stabilmente 24mila precari della scuola a partire dall’anno scolastico 2020-2021.

Per il concorso ordinario invece ha parlato di 25mila posti. Una svista? Intanto in merito ai precari per il sindacato Anief il numero di entrate previste resta però troppo lontano dalla realtà considerando che i precari sono 170mila, cifre che il concorso scuola 2020 ovviamente non copre.

Concorso scuola 2020: il ministero lavora sui bandi

Per il concorso scuola 2020, o meglio concorsi, il ministero dell’Istruzione sta lavorando sui bandi. Qualcuno è pronto, qualcuno quasi: l’obiettivo è far entrare nella scuola 70mila docenti. A confermarlo è sulla sua pagina Facebook la ministra Azzolina a margine dell’incontro con i sindacati, la quale ha scritto:

E ancora in merito al concorso infanzia e primaria che si attende da tempo e per il quale il bando è pronto:

“C’è poi anche il concorso ordinario su infanzia e primaria. Qui il bando è pronto stiamo rivedendo la tabella dei titoli, per dare più valore al servizio. C’è da predisporre anche il concorso per i docenti di religione. Stiamo per bandire concorsi, insomma, per circa 70mila insegnanti. Non è cosa da poco. Anche a livello di gestione amministrativa”.

Buone notizie quindi anche per gli insegnanti di religione che potrebbero avere il bando di concorso già nel 2020; l’ultimo concorso per IdR risale a 15 anni fa.

Azzolina ha parlato di 70mila entrate che puntano a stabilizzare i precari.

Intanto la ministra Azzolina ha parlato nel suo post anche del lavoro che si sta facendo per l’abilitazione, anticipato la settimana scorsa dalla vice ministra Anna Ascani che tra le altre cose ha parlato anche della procedura semplificata per il concorso straordinario. Azzolina ha scritto:

“Così come serve certezza sul futuro. Per questo lavoreremo subito per mettere ordine nel sistema di accesso e abilitazione all’insegnamento. Su questo sto già incontrando la maggioranza in modo da avere una proposta unitaria, con l’obiettivo di dare al Paese un modello di reclutamento stabile, di qualità, che tenga conto delle diverse platee dei soggetti interessati, fra chi ha già insegnato e chi vuole cominciare”.

I posti del concorso scuola ordinario diventano 25mila?

Nel lungo post su Facebook in merito ai posti del concorso scuola 2020, in particolare per quello ordinario, la ministra Azzolina parla di 25mila posti nel bando previsto. Una domanda sorge spontanea da alcuni utenti: si tratta di un errore, una svista oppure ci saranno 1.000 posti in più rispetto a quanto annunciato nei mesi precedenti?

Una svista si presume dato che il testo definitivo del decreto scuola 2020 parla di 24mila posti. La svista non ha impedito ad alcuni utenti di criticare l’eventuale scelta in tal senso, dal momento che i precari dovrebbero avere maggior riguardo.

Ricordiamo però che il concorso straordinario è riservato a chi ha almeno 36 mesi di servizio, tre anni compreso quello scolastico corrente. Precari però sono anche quei laureati che, a oggi, contano 2 anni di servizio: chi per esempio è stato chiamato per una supplenza annuale nell’anno scolastico 2018/2019 e poi di nuovo quest’anno (presumibilmente in altra scuola).

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

Concorso scuola 2020: bandi (quasi) pronti per 70mila insegnanti ultima modifica: 2020-01-23T13:16:10+01:00 da Gilda Venezia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl