Concorso scuola secondaria: posti, prove, assunzione

Orizzonte_logo14

Orizzonte Scuola, 25.12.2018

– Si partecipa per una sola classe di concorso –

La legge di bilancio, che a breve  dovrà essere approvata definitivamente alla Camera, modificherà il sistema di reclutamento e formazione nella scuola secondaria di primo e secondo grado, novellando il decreto legislativo n. 59/2017, attuativo della Buona Scuola.

Sintetizziamo in questa come si articolerà il nuovo sistema, come saranno costituite le graduatorie di merito, i posti messi a concorso, per quante classi di concorso si potrà partecipare e come avverrà la scelta dei vincitori.

Nuovo sistema di reclutamento

Il nuovo sistema di formazione e accesso ai ruoli della scuola secondaria si articola in:

a) un concorso pubblico nazionale, indetto su base regionale o interregionale;

b) un percorso annuale di formazione iniziale e prova;

c) una procedura di accesso ai ruoli a tempo indeterminato, previa positiva valutazione del percorso annuale di formazione iniziale e prova.

Il superamento del concorso determina l’ammissione al percorso annuale di formazione iniziale e prova. Al termine del predetto percorso scatta la procedura di accesso al ruolo, previa valutazione positiva dello stesso.

Concorso: posti messi a concorso

Nel bando di concorso sono previsti contingenti separati, in ciascuna sede concorsuale regionale o interregionale (in caso di aggregazione), per ognuna delle seguenti tipologie di posto e classi di concorso:

  • posti relativi alle classi di concorso per la scuola secondaria di primo e secondo grado;
  • posti relativi alle classi di concorso di insegnante tecnico-pratico per la scuola secondaria;
  • posti di sostegno.

Concorso: partecipazione per una sola classe di concorso

I candidati possono partecipare al concorso soltanto per una classe di concorso della scuola secondaria di primo grado e soltanto per una della secondaria di secondo grado, oltre che per il sostegno.

Concorso: graduatorie concorso

Le graduatorie di merito per ogni classe di concorso sono compilate sulla base dei punteggi delle prove e dei titoli.

La graduatoria è composta da un numero di candidati pari, al massimo, ai posti messi a concorso. Non sono, dunque, previsti idonei.

Le graduatorie hanno validità biennale a partire dall’anno scolastico successivo a quello di approvazione delle stesse e perdono efficacia con la pubblicazione delle graduatorie del concorso successivo e, comunque, alla scadenza del biennio, fermo restando il diritto dei vincitori all’immissione in ruolo.

Concorso: scelta vincitori

I vincitori, in ordine di punteggio nella graduatoria di merito e secondo i posti disponibili, scelgono la scuola nella regione in cui hanno concorso, tra quelle che presentano posti vacanti e disponibili, dove di svolgere il percorso annuale di formazione iniziale e prova.

Coloro i quali, all’atto dello scorrimento delle graduatorie, si trovino in posizione utili nelle graduatorie sia  per posto comune (quindi relativa a una classe di concorso) sia per posto di sostegno, devono scegliere optare per una sola di esse e ad accettare la relativa immissione in ruolo.

.

.

.

.

.

Concorso scuola secondaria: posti, prove, assunzione ultima modifica: 2018-12-26T09:21:36+02:00 da Gilda Venezia

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl