Concorso scuola straordinario: modifiche in vista per coronavirus?

di Teresa Maddonni, Money.it, 25.3.2020

– Concorso scuola straordinario: modifiche in vista per coronavirus? In attesa del bando previsto nel prossimo mese i sindacati chiedono emendamenti al Cura Italia e Gilda propone assunzione prima della selezione.

Concorso scuola straordinario: modifiche in vista per l’emergenza coronavirus? Come sappiamo ormai i concorsi pubblici sono stati sospesi per due mesi, quindi fino a maggio secondo quanto stabilito dal decreto Cura Italia varato lo scorso 17 maggio.

Il concorso scuola straordinario, né tanto meno quello ordinario, si sarebbero tenuti, come anche aveva annunciato la ministra Lucia Azzolina, a maggio anche perché devono ancora essere banditi.

Il bando per il concorso scuola straordinario dovrebbe uscire entro la fine di aprile, attualmente, come anche quello per il concorso ordinario, è in esame presso il CSPI.

Ma il bando per il concorso scuola straordinario, che dovrebbe inserire docenti da tempo precari a partire da settembre, uscirà in tempo? Ci sono modifiche in vista? A chiedere modifiche per la procedura di selezione del concorso scuola straordinario sono proprio i sindacati da tempo in disaccordo con il Miur sulle scelte prese fino a oggi.

Concorso scuola straordinario: modifiche in vista?

Concorso scuola straordinario, non ci sono al momento modifiche in vista, ma c’è pressione dai sindacati di categoria.

Il concorso scuola di cui stiamo parlando è quello che prevede una selezione cui possono partecipare i docenti che abbiano almeno 36 mesi di servizio, dunque i precari. Ciò significa che i precari della scuola potrebbero essere inseriti attraverso il concorso a cattedra per 24mila posti.

Non solo, la procedura per loro dovrebbe essere semplificata nonostante alcune richieste dei sindacati siano state disattese come la batteria di test presi da una banca dati.

Si arriva così all’emergenza coronavirus e alla richiesta dei sindacati, nuovamente, di modifiche alla procedura di selezione del concorso scuola straordinario. L’8 aprile il decreto Cura Italia dovrebbe essere convertito in legge dunque i sindacati vorrebbero spingere per l’inserimento di emendamenti in merito proprio ai concorsi prima che vengano pubblicati i bandi secondo i piani entro il 30 aprile.

Intanto arriva la proposta di Gilda per assumere prima del concorso scuola straordinario.

Assunzioni prima del concorso scuola straordinario

In particolare c’è chi chiede assunzioni prima del concorso scuola straordinario come Gilda. In un comunicato, dal momento che siamo in emergenza coronavirus e i bandi sono in valutazione al CSPI, Gilda propone assunzioni dei precari a partire dal 1° settembre con una selezione successiva. In particolare, come si legge nel comunicato, il sindacato di base della scuola propone:

  • avvio di un percorso abilitante riservato aperto a tutti coloro che hanno i requisiti previsti per la partecipazione al concorso straordinario;
  • stabilizzazione del rapporto di lavoro per tutti coloro che hanno acquisito tre anni di servizio nella scuola statale attraverso il tempestivo avvio dell’iter previsto dalla legge 126 (da conversione del decreto scuola) con nomina giuridica al primo settembre 2020;
  • successiva procedura selettiva atta a valutare chi tra essi rientrerà nel contingente dei 24mila posti disponibili per il ruolo e chi invece potrà conseguire l’abilitazione all’insegnamento.

Dal momento che le cattedre vuote si stima saranno tantissime il prossimo anno scolastico, il sindacato propone assunzioni per tutti i precari con 36 mesi di servizio, successivamente una parte andrebbe a occupare le 24mila cattedre ordinarie e la restante parte proseguirebbe il percorso prendendo comunque l’abilitazione.

Gilda stima, come anche gli altri sindacati affermano da tempo, che il prossimo anno il corpo docente nella scuola italiana sarà costituito per il 25% da precari e che agli attuali 150mila supplenti se ne aggiungeranno altri 50mila da settembre.

200mila posti a tempo determinato, una voragine di precariato che nessun concorso scuola straordinario per soli 24mila posti, né uno ordinario per altrettante cattedre vacanti, riuscirà a colmare.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

 

Concorso scuola straordinario: modifiche in vista per coronavirus? ultima modifica: 2020-03-26T04:31:56+01:00 da Gilda Venezia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl