Concorso straordinario infanzia e primaria, il programma concorsuale

Tecnica_logo15B

di Lara La Gatta, La Tecnica della scuola, 27.10.2018

– Parte generale e parti specifiche –

Il concorso di cui al decreto 18 ottobre 2018 per il reclutamento a tempo indeterminato del personale docente della scuola dell’infanzia e primaria si articolerà in una prova orale e nella successiva valutazione dei titoli.

La prova orale ha per oggetto il programma di cui all’Allegato A, distinto in una parte generale, comune a tutti i docenti partecipanti, e in una parte specifica per scuola dell’infanzia, scuola primaria e sostegno nell’infanzia e primaria.
.

Parte generale

I candidati devono essere in possesso dei seguenti requisiti culturali e professionali:

  • sicuro dominio dei contenuti dei campi di esperienza, delle discipline di insegnamento, e dei loro fondamenti epistemologici;
  • conoscenza dei fondamenti della psicologia dello sviluppo, della psicologia dell’apprendimento scolastico e della psicologia dell’educazione;
  • conoscenze pedagogico-didattiche e competenze sociali finalizzate all’attivazione di una positiva relazione educativa, in stretto coordinamento con gli altri docenti che operano nella classe, nella scuola e con l’intera comunità professionale della scuola;
  • conoscenza dei modi e degli strumenti idonei all’attuazione di una didattica individualizzata e personalizzata, coerente con i bisogni formativi dei singoli alunni;
  • competenze digitali inerenti l’uso didattico delle tecnologie e dei dispositivi elettronici multimediali più efficaci per potenziare la qualità dell’apprendimento;
  • conoscenza dei principi dell’autovalutazione di istituto, con particolare riguardo all’area del miglioramento del sistema scolastico;
  • conoscenza della legislazione e della normativa scolastica (Costituzione, Legge n. 107/2015, autonomia scolastica ordinamenti didattici del primo ciclo di istruzione e del segmento da zero a sei anni, governance delle istituzioni scolastiche, stato giuridico del docente, contratto di lavoro, disciplina del periodo di formazione e di prova, compiti e finalità di Invalsi e Indire, sistema nazionale di valutazione, normativa generale per l’inclusione degli alunni con bisogni educativi speciali, linee guida per l’accoglienza e l’integrazione degli alunni stranieri, linee di indirizzo per favorire il diritto allo studio degli alunni adottati, linee di orientamento per azioni di prevenzione e di contrasto al bullismo e al cyber bullismo);
  • conoscenza dei documenti europei in materia educativa.
    .

Scuola dell’infanzia

Il candidato deve dimostrare di possedere adeguate conoscenze e competenze rispondenti al profilo professionale delineato nelle Indicazioni nazionali per il curricolo della scuola dell’infanzia e del primo ciclo d’istruzione e finalizzate a promuovere nei bambini lo sviluppo dell’identità, dell’autonomia, della competenza.

Il candidato deve possedere adeguate competenze per:

  • costruire «un ambiente educativo accogliente, sicuro, ben organizzato, capace di suscitare la fiducia dei genitori e della comunità»;
  • adottare uno stile educativo ispirato «a criteri di ascolto, accompagnamento, interazione partecipata, mediazione comunicativa, con una continua capacità di osservazione del bambino, di sostegno e incoraggiamento all’evoluzione dei suoi apprendimenti».

Inoltre, il docente deve possedere adeguate competenze progettuali, riflessive e relazionali.Gli argomenti sui quali dovrà dimostrare le proprie competenze sono:

  • Bambini, bambine, famiglie e contesti di sviluppo e apprendimento
  • Pedagogia e storia della scuola dell’infanzia in Italia
  • La condizione dell’infanzia nella società contemporanea
  • La scuola dell’infanzia nella società contemporanea
  • La società interculturale
  • La relazione scuola-famiglia
  • L’attivazione di modalità e strategie per la prevenzione, l’individuazione e l’intervento precoce per i bambini con bisogni educativi speciali
  • Il rapporto tra scuola, famiglia, servizi, territorio
  • I diritti dei bambini e delle bambine nella Costituzione italiana e nelle Carte internazionali
  • La cultura della scuola dell’infanzia e il dibattito pedagogico in Italia e in Europa
  • ll sistema integrato delle scuole dell’infanzia e la continuità educativa
  • Il curricolo della scuola dell’infanzia
  • Gli ordinamenti della scuola dell’infanzia
  • Le Indicazioni nazionali per il curricolo della scuola dell’infanzia e del primo ciclo di istruzione
  • Finalità educative della scuola dell’infanzia
  • Gli ambienti di apprendimento
  • I campi di esperienza, i traguardi di sviluppo e la mediazione didattica
  • Le competenze chiave nella scuola dell’infanzia
  • Il primo approccio al plurilinguismo e all’insegnamento dell’italiano come L2
  • La professionalità docente
  • Le attività di progettazione, osservazione, documentazione e valutazione
  • La ricerca e la sperimentazione nella scuola dell’infanzia·         Le tecnologie informatiche e le loro potenzialità nella scuola dell’infanzia
  • L’autonomia scolastica
  • Il Piano triennale dell’offerta formativa (PTOF)
  • Collegialità e relazioni all’interno dell’istituzione scolastica e rapporti inter-istituzionali
  • Il Sistema nazionale di valutazione (SNV), il Rapporto di autovalutazione (RAV) e i piani di miglioramento.
    .

Scuola Primaria

Il candidato deve dimostrare di possedere adeguate conoscenze e competenze rispondenti alle specifiche finalità della scuola primaria delineate nelle Indicazioni nazionali per il curricolo della scuola dell’infanzia e del primo ciclo d’istruzione. In particolare, il candidato deve:

  • saper progettare un percorso didattico
  • promuovere l’acquisizione dei traguardi di competenza relativi alle discipline
  • saper predisporre un ambiente di apprendimento idoneo a promuovere esperienze significative, a valorizzare le conoscenze degli alunni, a favorire l’esplorazione e la scoperta, a incoraggiare l’apprendimento collaborativo, a promuovere la consapevolezza del proprio modo di apprendere, a realizzare attività didattiche in forma laboratoriale
  • attuare interventi finalizzati all’accoglienza e all’inclusione
  • promuovere le competenze sociali e di cittadinanza.

Inoltre, il candidato dovrà dimostrare adeguate conoscenze e competenze in merito a:

  • Caratteristiche e dinamiche dei diversi contesti di sviluppo e apprendimento (gruppo dei pari, famiglia, scuola, territorio)
  • Pedagogia e storia della scuola primaria in Italia
  • Teorie relative ai processi di apprendimento in contesti formali e informali
  • Teorie relative alla relazione educativa
  • Gli stili di insegnamento e i modelli di conduzione dell’azione didattica
  • Modelli di riferimento, strategie e metodologie di intervento nella didattica inclusiva, con particolare riferimento agli alunni con bisogni educativi speciali
  • Caratteristiche e bisogni della società interculturale
  • La funzione della scuola primaria nella società contemporanea ed i suoi rapporti con la famiglia e le agenzie educative
  • Il disagio sociale, lo svantaggio socio-culturale e la prevenzione dell’insuccesso scolastico
  • Didattica delle discipline e mediazione didattica
  • Le discipline e la trasversalità dell’insegnamento
  • Le competenze nei diversi ambiti del sapere e le competenze chiave europee
  • L’educazione al territorio, all’ambiente e allo sviluppo sostenibile
  • Il plurilinguismo e l’apprendimento dell’italiano come L2
  • Progettazione didattica
  • Conoscenza critica delle Indicazioni nazionali per il curricolo della scuola dell’infanzia e del primo ciclo di istruzione
  • La scuola come ambiente di apprendimento
  • Gli spazi e i materiali nella didattica
  • Le metodologie didattiche
  • Il ruolo del gruppo nell’apprendimento e nell’organizzazione didattica
  • Didattica esperienziale e laboratoriale
  • Teoria e modelli di didattica inclusiva e di didattica interculturale
  • La valutazione formativa e sommativa relativa ai traguardi di competenze
  • Gli strumenti per la documentazione didattica e la valutazione
  • Organizzazione della scuola primaria
  • Il tempo scuola e la flessibilità organizzativa
  • Gli anticipi di iscrizione nella scuola primaria
  • La continuità orizzontale e verticale
  • Rapporto scuola-territorio
  • Autonomia scolastica
  • Il Piano triennale dell’offerta formativa (PTOF)
  • Collegialità e relazioni all’interno dell’istituzione scolastica e rapporti inter-istituzionali
  • Il Sistema nazionale di valutazione (SNV), il Rapporto di autovalutazione (RAV) e i piani di miglioramento.
    .

Sostegno infanzia e primaria

L’ultima parte del programma riguarda il docente per le attività di sostegno della scuola dell’infanzia e primaria.

Il candidato deve dimostrare di possedere conoscenze e competenze che permettano di favorire un sistema inclusivo,  finalizzate ad una progettazione educativa individualizzata.

Inoltre, il candidato deve dimostrare di possedere adeguate conoscenze e competenze sulla normativa di riferimento (Costituzione, Legge 104/92, Convenzioni ONU, Linee Guida Miur…) e deve dare prova di possedere adeguata conoscenza dei fondamenti generali di pedagogia speciale e didattica speciale, di psicologia dell’età evolutiva, psicologia dell’apprendimento scolastico, nonché possedere competenze pedagogico-didattiche finalizzate ad una didattica.

Infine, il candidato deve dimostrare di saper lavorare in ambienti scolastici inclusivi, tenendo conto di tutte le forme di diversità, oltre che possedere competenze organizzative e relazionali.
.

Come verranno valutati la prova orale e i titoli

Per la valutazione della prova orale e dei titoli, la commissione di valutazione ha a disposizione un punteggio massimo pari rispettivamente a 30 punti e a 70 punti.

I criteri di valutazione della prova orale, distinti per le diverse procedure concorsuali, sono riportati nelle griglie di valutazione di cui all’Allegato B. La commissione di valutazione assegna ai titoli culturali e professionali un punteggio massimo di 70 punti, ai sensi della tabella di cui all’Allegato C.

Altri articoli sull’argomento

.

.

.

.

Concorso straordinario infanzia e primaria, il programma concorsuale ultima modifica: 2018-10-28T04:50:20+00:00 da Gilda Venezia

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl