Docenti precari con 36 mesi di servizio, concorso e abilitazione, le novità

di NotizieOra, 27.4.2019

– In arrivo un concorso che permette a tutti i docenti precari con 36 mesi di servizio di avere l’abilitazione per le scuole secondarie.

In occasione del prossimo futuro concorso rivolto ai docenti che intendono lavorare nella scuola secondaria, ritorna la condizione dei docenti precari non abilitati con 36 mesi di servizio.

Quali sono le agevolazioni che spettano ai precari con 36 mesi di servizio?

In questo spazio parliamo di quale sarà il destino di tutti quei docenti precari che hanno maturato esperienza didattica, ma non hanno l’abilitazione. Essi, nonostante l’esperienza valga molto più di un semplice titolo parlando in senso pratico, non hanno avuto alcuna possibilità di ricevere l’abilitazione. Facciamo in questo caso riferimento all’ultimo percorso abilitante speciale (PAS) il quale si è svolto durante l’anno scolastico 2013/2014. Dall’altra parte il bando per tirocinio formativo attivo (TFA), anch’esso abilitante, non è mai stato emanato per tutte le classi di concorso.

In questo caso, nei giorni scorsi, e precisamente lo scoro mercoledì 24 aprile è stato raggiunto un accordo tra il Governo e i sindacati il quale ha come scopo la volontà di bandire percorsi abilitanti speciali (PAS) per i docenti con 36 mesi di servizio.

Per arrivare all’abilitazione si possono percorrere due strade principale:
– concorso abilitante (con riserva del 30/50% dei posti per i docenti precari)
– percorso abilitante speciale per i docenti con 36 mesi di servizio.
Tutti e due i percorsi saranno selettivi e mireranno all’immissione in ruolo dei partecipanti.

Scuola: graduatorie ad esaurimento, e limite fino al 16 maggio, cosa bisogna fare?

Quali sono i requisiti di accesso?

Invece di quanto era successo per i concorsi banditi rispettivamente negli anni 2016 e 2018, il prossimo concorso rivolto alla scuola secondaria di I e II grado sarà abilitante. Quei docenti che vinceranno, avranno la possibilità di candidarsi al ruolo, mentre tutti gli altri docenti idonei non vincitori conseguiranno l’abilitazione.

Il futuro concorso di cui vi stiamo parlando è previsto per la prossima estate, e, inoltre, prevede per i posti comuni uno dei seguenti titoli di accesso:

– abilitazione all’insegnamento specifica per la classe di concorso
– laurea v.o./specialistica/magistrale + 24 CFU in discipline antropo-psico-pedagogiche e metodologie didattiche
– diploma di II livello dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica + 24 CFU in discipline antropo-psico-pedagogiche e metodologie didattiche
– abilitazione in altra classe di concorso o grado d’istruzione, fermo restando il possesso del titolo di accesso alla classe di concorso
– diploma di scuola secondaria che dia accesso ad una o più classi di concorso tecnico-pratiche (docenti ITP)
– laurea + 3 annualità di servizio, anche non continuativi, prestati negli ultimi 8 anni (solo nella fase transitoria)

In base a queste dritte, i docenti precari rientrano, dunque, nell’ultimo requisito di accesso sopra elencato.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

Docenti precari con 36 mesi di servizio, concorso e abilitazione, le novità ultima modifica: 2019-04-28T06:04:44+02:00 da Gilda Venezia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl