Esami terza media, se manca l’elaborato la bocciatura non è automatica

di Lara La Gatta, La Tecnica della scuola, 29.5.2020

epa08363011 Ryder Maldonado, a fifth grader at Cloverly Elementary School, works on his distance learning lesson at home in Burtonsville, Maryland, USA, 14 April 2020. Schools across the region have handed out computers and WiFi hotspots for students to deal with new reality of distance learning during the COVID-19 coronavirus pandemic. EPA/SHAWN THEW ATTENTION: This Image is part of a PHOTO SET

– Con riferimento alla O.M. n. 9/2020 riguardante gli Esami di Stato nel primo ciclo di istruzione il Ministero ha fornito alcuni chiarimenti con nota 8464 del 28 maggio 2020.

Cosa succede se il ragazzo non presenta l’elaborato

Innanzitutto, il M.I. ha chiarito che in caso di mancata trasmissione al consiglio di classe dell’elaborato da parte dei candidati interni, si terrà conto di tale mancata trasmissione secondo quanto stabilito nei criteri per la valutazione finale, deliberati dai collegi dei docenti. Per i candidati interni tale mancanza non comporta, di per sé e in automatico, il non superamento dell’esame.

Diverso discorso vale per i candidati esterni, per i quali la trasmissione dell’elaborato e la sua presentazione sono obbligatori e la mancanza anche di uno solo dei due elementi determina il mancato conseguimento del diploma, visto che l’elaborato e la sua presentazione rappresentano i soli elementi di valutazione.

I docenti non possono interrogare

La presentazione dell’elaborato deve avvenire alla presenza dell’intero consiglio di classe, presieduto dal coordinatore di classe.

È possibile porre al candidato domande di approfondimento sull’elaborato stesso, mentre è esclusa la possibilità di procedere a qualsiasi forma di interrogazione sulla programmazione delle singole discipline.

Calendarizzazione

Il Ministero raccomanda ai dirigenti scolastici di operare una calendarizzazione che non precluda agli alunni delle classi non terminali di continuare nelle attività di didattica a distanza. E ricorda che le operazioni relative alla presentazione degli elaborati sono opportunamente verbalizzate.

Non è previsto il voto di ammissione

In merito allo scrutinio finale, si richiede il consiglio perfetto presieduto dal Dirigente scolastico o dal suo delegato.

Per il corrente anno, precisa il Ministero, non è prevista l’attribuzione del voto di ammissione, ferma restando la valutazione nelle singole discipline, secondo la sequenza definita dall’ordinanza stessa.

Valutazione

La griglia di valutazione deve essere opportunamente differenziata, in relazione alle diverse disposizioni contenute nell’ordinanza, per i candidati interni e per i candidati privatisti (oltre che per alunni con disabilità e con DSA certificati, per i quali la griglia di valutazione dovrà essere coerente rispettivamente con il piano educativo individualizzato e con il piano didattico personalizzato).

.
.
.
.

.

.
.
.
.

.

.
.
.
.

.

.
.
.
.

.

.
.
.
.

.

.
.
.
.

.

.
.
.
.

.

.
.
.
.

.

.
.
.
.

.

.
.
.
.

.

.
.
.
.

.

.
.
.
.
.
Esami terza media, se manca l’elaborato la bocciatura non è automatica ultima modifica: 2020-05-30T05:26:15+02:00 da Gilda Venezia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl