Esclusiva. Concorso del 9 maggio: confronto candidati-posti

tuttoscuola_logo14Tuttoscuola, 23.4.2016 

– Gli USR hanno pubblicato il secondo elenco delle sedi per la prova scritta dal 9 al 26 maggio
concorso74a

Gli Uffici scolastici regionali hanno pubblicato il secondo elenco delle sedi per le prove scritte del concorso in calendario dal al 26 maggio. Alcuni USR, come ad esempio Campania e Toscana, completeranno l’elenco nei prossimi giorni.
Per completare l’intero quadro regionale delle prove mancano soltanto le sedi dei concorsi di primaria e infanzia previsti per il 30 e 31 maggio.
Tuttoscuola continua il confronto candidati-posti, giorno per giorno, per ogni classe di concorso in ogni regione.

9 MAGGIO
Nuova settimana di prove scritte.
Si comincia con lunedì 9 maggio con tre classi di concorso al mattino: Prova comune di Latino per ambito disciplinare A11 – Discipline Letterarie e Latino, poi A45 – Scienze economico-aziendali e, infine, B06 – Laboratorio di odontotecnica.
Si prosegue nel pomeriggio: Ambito Disciplinare 5 (AD5) – Lingue: AC24: Lingue e culture straniere negli istituti di istruzione secondaria di II grado (Spagnolo) e AC25: Lingua inglese e seconda lingua comunitaria nella scuola secondaria di primo grado (Spagnolo); si continua con la B14 – Laboratori di scienze e tecnologie delle costruzioni e si conclude con l’A10 – Discipline grafico-pubblicitarie.

Ecco i confronti candidati-posti.

Latino: due terzi dei candidati esclusi dal ruolo
Per la prova della classe di concorso A11 – Discipline Letterarie e Latino sono previsti 1.022 posti, ripartiti in quantità varia in tutte le regioni, ad esclusione della Basilicata (posti 9) e del Molise (posti 11), aggregati rispettivamente alla Calabria e all’Abruzzo.
Complessivamente vi sono 2.727 candidati, ripartiti nel modo seguente:

  • Abruzzo: 96 candidati per 31 posti (eccedenza di 65 candidati);
  • Calabria: 103 candidati per 66 posti (eccedenza di 37candidati);
  • Campania: 385 candidati per 155 posti (eccedenza di 230 candidati);
  • Emilia R.: 205 candidati per 69 posti (eccedenza di 136 candidati);
  • Friuli VG: 34 candidati per 13 posti (eccedenza di 21 candidati);
  • Lazio: 333 candidati per 118 posti (eccedenza di 215 candidati);
  • Liguria: 85 candidati per 24 posti (eccedenza di 61 candidati);
  • Lombardia: 390 candidati per 108 posti (eccedenza di 282 candidati);
  • Marche: 68 candidati per 24 posti (eccedenza di 44 candidati);
  • Piemonte: 143 candidati per 62 posti (eccedenza di 81 candidati);
  • Puglia: 176 candidati per 67 posti (eccedenza di 109 candidati);
  • Sardegna: 56 candidati per 19 posti (eccedenza di 37 candidati);
  • Sicilia: 267 candidati per 94 posti (eccedenza di 173 candidati);
  • Toscana: 182 candidati per 92 posti (eccedenza di 90 candidati);
  • Umbria: 45 candidati per 15 posti (eccedenza di 30 candidati);
  • Veneto: 159 candidati per 65 posti (eccedenza di 94 candidati);

Dal confronto candidati-posti emerge uno surplus di oltre 1.700 candidati (quasi 2/3) che non potranno accedere al ruolo.

Scienze aziendali: solo il 10% ce la farà
La seconda prova della mattinata riguarda l’A45 – Scienze economico-aziendali, con 178 posti, distribuiti, con aggregazioni, su queste regioni: 18 posti in Campania, 14 posti nel Lazio (aggregazione di Marche (6)); 74 posti in Lombardia (aggregazioni di Emilia R. (14), Friuli VG (3), Liguria (5) e Piemonte (14)); 9 posti in Puglia (aggregazione di Molise (1));  17 posti in Sicilia, 19 posti in Toscana, 23 posti in Veneto.
Complessivamente vi sono 1.706 candidati, così ripartiti:

  • Campania: 359 candidati per 18 posti (eccedenza di 341 candidati);
  • Emilia R. (aggregata a Lombardia): 93 candidati per 14 posti (eccedenza di 79 candidati);
  • Friuli VG (aggregata a Lombardia): 16 candidati per 3 posti (eccedenza di 13 candidati);
  • Lazio: 131 candidati per 8 posti (eccedenza di 123 candidati);
  • Liguria (aggregata a Lombardia): 16 candidati per 5 posti (eccedenza di 11 candidati);
  • Lombardia: 245 candidati per 38 posti (eccedenza di 207 candidati);
  • Marche (aggregata a Lazio): 76 candidati per 6 posti (eccedenza di 70 candidati);
  • Molise (aggregata a Puglia): 9 candidati per 1 posti (eccedenza di 8 candidati);
  • Piemonte (aggregata a Lombardia): 66 candidati per 14 posti (eccedenza di 52 candidati);
  • Puglia: 164 candidati per 8 posti (eccedenza di 156 candidati);
  • Sicilia: 239 candidati per 17 posti (eccedenza di 222 candidati);
  • Toscana: 145 candidati per 19 posti (eccedenza di 126 candidati);
  • Veneto: 128 candidati per 23 posti (eccedenza di 105 candidati).

Vi sono, dunque, 1.532 candidati in più (90%). Ciò significa che riuscirà vincitore circa il 10% dei 1.708 candidati. 

B06: mancano odontotecnici
Per quanto riguarda l’altra classe di concorso impegnata nella prova scritta della mattinata, la B06 – Laboratorio di odontotecnica, sono in palio 50 posti, così ripartiti in tre regioni, tenendo conto delle aggregazioni: 15 posti in Campania (aggregazioni di Abruzzo (1), Basilicata (1), Calabria (2), Puglia (4) e Sicilia (1)); 20 posti nel Lazio (aggregazioni di Marche (4) e Toscana (3)); 15 posti in Lombardia (aggregazioni di Emilia R. (1), Friuli VG (2), Liguria (2) e Veneto (6)).
Complessivamente vi sono 65 candidati, così ripartiti: Campania 42 candidati per 15 posti (eccedenza di 27 candidati); Lazio 11 candidati per 20 posti (carenza di 9 candidati); Lombardia 12 candidati per 15 posti (carenza di 3 candidati).
Complessivamente vi sono più candidati (65) che posti (50), ma nel dettaglio vi sono almeno 12 candidati in meno, tra Lazio e Lombardia, per coprire tutti i posti a concorso.

Spagnolo: molti saranno esclusi
Nel pomeriggio affrontano la prova scritta di spagnolo i candidati dell’AD05, l’Ambito Disciplinare 5 (AD5) – Lingue: AC24: Lingue e culture straniere negli istituti di istruzione secondaria di II grado (Spagnolo) e AC25: Lingua inglese e seconda lingua comunitaria nella scuola secondaria di primo grado (Spagnolo). Per l’AC24 (spagnolo nella secondaria di II grado) vi sono a concorso 358 posti (nessun posto in Basilicata), mentre per l’AC25 (spagnolo nella secondaria di I grado) vi sono 442 posti (nessun posto in Basilicata, Molise e Umbria), per un totale complessivo di 800 posti.   
Complessivamente vi sono 2.170 candidati così ripartiti:

  • Campania 220 candidati per 36 posti (24 di AC24+12 di AC25) con una eccedenza di 184 candidati;
  • Emilia R. 187 candidati per 51 posti (27+24), con una eccedenza di 136 candidati;  
  • Friuli VG 40 candidati per 15 posti (13+2), con una eccedenza di 25 candidati;
  • Lazio 491 candidati per 245 posti (70+175), con una eccedenza di 246 candidati;
  • Lombardia 467 candidati per 169 posti (91+78), con una eccedenza di 298 candidati;
  • Marche 91 candidati per 29 posti (4+25), con una eccedenza di 58 candidati;
  • Piemonte 87 candidati per 44 posti (31+13), con una eccedenza di 43 candidati;
  • Puglia 78 candidati per 21 posti (11+10), con una eccedenza di 57 candidati;
  • Toscana 214 candidati per 78 posti (36+42), con una eccedenza di 136 candidati;
  • Veneto 295 candidati per 112 posti (51+61), con una eccedenza di 183 candidati.

Vi sono 1.370 candidati in più (pari al 60%) che non potranno vincere uno degli 800 posti di spagnolo disponibili.

Scienze delle costruzioni: saranno coperti 2/3 dei posti
Si continua con la B14 – Laboratori di scienze e tecnologie delle costruzioni, dove vi sono 124 posti, aggregati su queste regioni: 31 posti nel Lazio (aggregazioni di Marche (1), Sardegna (11), Toscana (9) e Umbria (5)); 51 posti in Lombardia (aggregazioni di Liguria (7) e Piemonte (14)); 19 posti in Sicilia (aggregazioni di Abruzzo (2), Calabria (2), Campania (2), Molise (2) e Puglia (9)); 23 posti in Veneto (aggregazioni di Emilia R. (10) e Friuli VG (4)).
Complessivamente vi sono 123 candidati così ripartiti: Lazio 33 candidati per 31 posti (eccedenza complessiva di 2 candidati, ma ne mancano 4 in Sardegna e 4 in Toscana); Lombardia 25 candidati per 51 posti (carenza di 26 candidati); Sicilia 49 candidati per 19 posti (eccedenza di 30 candidati ma c’è 1 solo candidato per 2 posti in Molise); Veneto 16 candidati per 23 posti (carenza di 7 candidati).
Ne complesso mancano 42 candidati; verranno coperti al massimo 82 posti, cioè due terzi di quelli messi a concorso.  

Grafico-pubblicitari: sarà esclusa la metà dei candidati
Infine nella giornata è prevista la prova scritta dell’A10 – Discipline grafico-pubblicitarie, per la quale vi sono 36 posti, suddivisi in aggregazioni su queste due regioni: 17 posti nel Lazio (aggregazioni di Abruzzo (1), Campania (1), Puglia (4), Sardegna (2), Sicilia (1) e Toscana (5)) e 19 posti in Lombardia (aggregazioni di Emilia R. (4), Piemonte (1) e Veneto (2)).
Complessivamente vi sono 70 candidati così ripartiti: Lazio 43 candidati per 17 posti (eccedenza di 26 candidati); Lombardia 27 candidati per 19 posti (eccedenza di 8 candidati).
Quasi la metà dei candidati non potrà vincere il concorso.

Esclusiva. Concorso del 9 maggio: confronto candidati-posti ultima modifica: 2016-04-23T18:13:26+02:00 da Gilda Venezia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl