Fioramonti: ci sarà formazione su sostegno anche per i docenti curricolari

Orizzonte_logo14 Orizzonte Scuola, 6.11.2019

– E’ tempo di formare i docenti curricolari sulle tematiche inerenti sostegno e inclusione. Il Ministro Fioramonti anticipa l’iniziativa che a breve coinvolgerà gli insegnanti.

Sui temi del sostegno il Ministro ha fornito importanti elementi, dei quali si potrà constatare l’effettiva fattibilità nei prossimi mesi

  • diminuzione dei posti in deroga, con la trasformazione di alcune cattedre da organico di fatto in organico di diritto (al momento i posti in deroga sono, annualmente, circa 50.000).
  • aumento dei posti per TFA sostegno (al momento sono previsti 14.000 posti) TFA sostegno, a breve nuova selezione per 14mila posti: chi può partecipare. Come sarà articolato il corso
  • formazione docenti curricolari

“Stiamo anche predisponendo – ha affermato il Ministro – una misura che consenta una prima formazione sui temi dell’inclusione già durante l’anno in corso rivolta a tutti i docenti: su questo abbiamo giù stanziato milioni di euro perché la scuola inclusiva non è soltanto quella che ha docenti di sostegno opportunamente formati ma è una scuola che in tutte le sue ramificazioni e competenze concepisce la disabilità come un elemento integrato all’interno della struttura della comunità scolastica”.

Il TFA sostegno, il corso di specializzazione organizzato delle Università, è già stato autorizzato dal MEF e sarà organizzato dal Miur in tre tornate.

La prima, per 14.000 posti,  è stata avviata nell’a.a. 2018/19 ed è in corso di svolgimento. Il termine è previsto per marzo 2020.

Il secondo ciclo potrebbe essere avviato a breve. Così infatti ha dichiarato più volte il sottosegretario Azzolina.

Sta per concludersi – ha spiegato Azzolina – il quarto ciclo del corso di specializzazione per 14 mila posti. Ne seguiranno altri due, di cui uno sarà bandito a breve, ciascuno per altri 14.000 posti. Nel complesso, quindi, i posti banditi saranno 42 mila nel triennio 2018/2020. In questo modo si concorre a soddisfare l’esigenza di coprire il fabbisogno di docenti specializzati, evitando il ricorso a personale a tempo determinato sprovvisto di titolo di specializzazione per il sostegno”.

Ai 14 mila posti “ordinari” vanno aggiunti quelli già riservati agli idonei del precedente corso, ossia ai docenti che hanno già superato tutte le prove selettive e che non sono stati ammessi per esiguità del numero di posti. Il loro numero oscilla tra i 5.000 e i 7.000.

Anche su questo punto c’è un preciso impegno, ribadito anche recentemente, da parte del sottosegretario “Voglio tranquillizzare i tanti che in questi mesi mi hanno scritto e che continuano a chiedere risposte precise. Il decreto che regola il corso di specializzazione sul sostegno è chiaro: gli idonei hanno diritto direttamente alla frequenza in soprannumero del prossimo cicloProssimo ciclo che sarà bandito al più presto. Discontinuità col passato significa rispettare i tempi e trattare le persone da cittadini e non da sudditi.”

E’ allo studio un ampliamento del numero dei posti nelle varie Università.

Requisiti di accesso

I requisiti di accesso finora noti:

  1. abilitazione specifica sulla classe di concorso oppure
  2. laurea coerente con le classi di concorso vigenti alla data di indizione del concorso+ 24 CFU in discipline antropo – psico – pedagogiche ed in metodologie e tecnologie didattiche.
  3. gli ITP continueranno a partecipare con il diploma fino al 2024/25. Da quella data laurea triennale + 24 CFU.

N.B. L’articolo va considerato sulla base della normativa oggi vigente.

Prove

Con molta probabilità sarà confermato il test preselettivo composto da 60 quesiti formulati con 5 opzioni di rispsota. Di questi, Almeno 20 dei predetti quesiti sono volti a verificare le competenze linguistiche e la comprensione dei testi in lingua italiana. La risposta corretta a ogni domanda vale 0,5 punti, la mancata risposta o la risposta errata vale O(zero) punti. Il test ha la durata di due ore.

POssibili anche una prova scritta ed una orale, sugli argomenti del bando.

Articolazione del corso

Per quanti supereranno le prove per accedere al corso universitario, il corso ha durata annuale e rilascia il diploma di specializzazione per le attività di sostegno.

Si tratta di un corso della durata minima di almeno 8 mesi che prevede l’acquisizione di 60 CFU.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

Fioramonti: ci sarà formazione su sostegno anche per i docenti curricolari ultima modifica: 2019-11-06T06:12:08+01:00 da Gilda Venezia

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl