Graduatorie provinciali, 100 mila domande in poche ore e il sistema va in tilt. Il Ministero: tutto risolto

di Alessandro GiulianiLa Tecnica della scuola, 23.7.2020.

Gilda Venezia

Non sembra andato “liscio” l’avvio della presentazione delle domande digitali per candidarsi a far parte delle Graduatorie provinciali per le supplenze: sin dall’inizio dell’apertura della piattaforma telematica ministeriale, il sistema Istanze On line ha mostrato una certa lentezza, con diversi lettori che ci hanno segnalato blocchi del servizio. Il giorno successivo, la situazione non sarebbe migliorata.

Di Meglio (Gilda): sistema preso d’assalto

Rino Di Meglio, coordinatore nazionale della Gilda degli Insegnanti, ha espressamente parlato di “malfunzionamento di Istanze Online, da ieri pomeriggio preso d’assalto dagli aspiranti supplenti che tentano di accedere al sistema informatico per presentare la domanda di inserimento nelle Gps”.

“Piattaforma telematica in tilt, numero verde collassato, errori a iosa e nervi a fior di pelle: l’informatizzazione delle graduatorie provinciali per le supplenze si sta rivelando un flop sulla pelle, ancora una volta, dei docenti precari”, ha commentato il sindacalista della Gilda.

Rinviare la scadenza di utilizzazioni e assegnazioni provvisorie

Secondo Di Meglio non vi sarebbero dubbi: “La piattaforma sta implodendo a causa del sovraccarico di utenti perché, oltre alle operazioni relative alle graduatorie provinciali, su Istanze Online è in corso anche la presentazione delle istanze per le utilizzazioni e le assegnazioni provvisorie il cui termine scadrà domani”.

“La situazione – ha concluso Di Meglio – è insostenibile e, pur lavorando incessantemente, le nostre sedi sindacali non riescono a soddisfare tutte le richieste di assistenza. Chiediamo, perciò, un incontro urgente al ministero dell’Istruzione e una proroga della scadenza fissata per domani” per presentare domanda di utilizzazione o assegnazione provvisoria.

Pittoni: nuovo sistema pasticciato

Anche il senatore Mario Pittoni, presidente della commissione Cultura a palazzo Madama e responsabile federale del dipartimento Scuola della Lega, parla di “nuovo sistema di accreditamento su base provinciale, pasticciato e zeppo di errori”.

Poi, il senatore leghista ricorda che lo scorso 18 maggio aveva suggerito alla ministra Lucia Azzolina di limitarsi ad aggiornare “le attuali graduatorie d’istituto. Non si giochi d’azzardo puntando sulla provincializzazione, che è improbabile arrivi in tempo utile. In un momento, come l’attuale, di particolare difficoltà gestionale per scuole e uffici scolastici territoriali, il buonsenso consiglia di procedere al riconoscimento del servizio maturato dai supplenti inseriti in seconda e terza fascia sulla base del vigente regolamento”.

 

15 mila domande “già chiuse e inviate”

Al ministero dell’Istruzione, però, non si parla di intasamenti di linee telematiche per connettersi con Istanze On Line: da Viale Trastevere si sottolinea che in sole ventiquattr’ore sono state inserite la bellezza di “oltre 100 mila domande, di cui 15 mila già chiuse e inviate”.

Secondo il dicastero dell’Istruzione oltre “120 mila utenti hanno fatto accesso al sistema per l’inoltro delle istanze di inserimento nelle Graduatorie provinciali e di istituto per le supplenze”.

Sempre il ministero ha ricordato che “la procedura da quest’anno è interamente digitalizzata, con un sistema che ha l’obiettivo di consentire una più rapida assegnazione delle cattedre che restano vuote dopo le assunzioni in ruolo, a garanzia di un migliore avvio dell’anno scolastico”.

Il ministero dell’Istruzione: tutto sotto controllo

Il ministero dell’Istruzione informa, poi, che le segnalazioni ricevute ieri, relative ad alcuni problemi di accesso da parte degli utenti, sono state immediatamente risolte: “la piattaforma per l’inserimento delle domande sta funzionando regolarmente e c’è comunque un costante monitoraggio per la risoluzione di eventuali problemi tecnici”.

Infine, sempre dal palazzo bianco di Viale Trastevere si ricorda che “sono poi disponibili, sullo spazio informativo dedicato presente sul sito internet del Ministero, dei tutorial per poter eseguire, passo dopo passo, l’invio della domanda” e che “con riferimento alle polemiche su un possibile mancato collaudo del sistema, si precisa che il sistema è stato, ovviamente, collaudato prima dell’avvio della procedura”.

Sarà possibile presentare domanda per l’inserimento nelle nuove Graduatorie provinciali per le supplenze fino al prossimo 6 agosto.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

Graduatorie provinciali, 100 mila domande in poche ore e il sistema va in tilt. Il Ministero: tutto risolto ultima modifica: 2020-07-24T06:05:59+02:00 da Gilda Venezia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl