Immissioni in ruolo: chi chiede la riapertura della domanda per la fase nazionale

Orizzonte_logo14

di Lalla,  Orizzonte Scuola  18.8.2015.

IstanzeOnLine_logo11

Chiuso il 14 agosto il sistema per la presentazione della domanda, qualche docente comincia ad avanzare richiesta di riapertura dei termini. A ciò si aggiunge la confusione sul diritto dei diplomati magistrale inseriti nelle GaE dopo il 16 luglio 2015.

Per chiedere la riapertura dei termini di presentazione è stato creato un gruppo Facebook “Riapertura dei termini per presentare domanda di assunzione Buona Scuola” con la motivazione che le informazioni fornite, in via non ufficiale, da esponenti della compagine governativa a poche ore dalla chiusura della domanda, se non addirittura a termini scaduti, avrebbe potuto orientare in maniera diversa la scelta di alcuni docenti.

La decisione di non presentare domanda è stata basata – si afferma nel gruppo – oltre che su valutazioni legate alla propria sfera privata, anche sul quadro definito dalla lettura puntuale della stessa legge 107 e in particolare:

1) nessuna garanzia circa l’assunzione prioritaria nella propria provincia di inclusione nelle Gae, anzi la previsione di una procedura basata su unica graduatoria nazionale con priorità data in primis al punteggio e poi alla provincia preferita (commi 100 e 101)
2) nessuna garanzia circa la possibilità di poter chiedere, da parte dei neoassunti nel 2015, l’assegnazione provvisoria, già dal 2016 (dunque in deroga al vincolo triennale previsto dal CCNL) nella propria provincia, potendo occupare non solo i posti nell’organico di diritto e di potenziamento, ma anche dell’organico di fatto disponibili

A tali richieste si sommano quelle di coloro che hanno presentato domanda cartacea, o che hanno intrapreso l’iter per l’inserimento nelle Graduatorie ad esaurimento, in particolare i diplomati magistrale entro l’a.s. 2001/02.

Per alcuni di essi infatti è stato possibile l’inserimento entro il 16 luglio 2015, e chi era in posizione utile ha partecipato anche alle immissioni in ruolo fase 0 e A, scegliendo poi se inoltrare la domanda facoltativa per le fasi B e C.

Per altri diplomati il percorso è ancora in itinere e, se si concluderà positivamente, anche costoro potrebbero rivendicare la partecipazione al piano straordinario di assunzioni, stante la “storicità” di una abilitazione mai riconosciuta a tutti gli effetti dal Miur.

Al momento non ci sono riaperture in corso, gli Uffici Scolastici sono al lavoro per eliminare i nominativi di coloro che hanno presentato domanda pur essendo stati assunti nelle fasi zero e A, e il piano prosegue come indicato nella legge.

Immissioni in ruolo: chi chiede la riapertura della domanda per la fase nazionale ultima modifica: 2015-08-18T13:43:15+00:00 da Gilda Venezia

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl