Le docenti del Virgilio contro l’occupazione «Noi le vere resistenti»

Corriere-scuola_logo14

di  Grazia Maria Bertini e Lucia Cardarelli Docenti al Liceo Classico Virgilio,
Il Corriere della Sera  12.12.2015.  

«Riaffermiamo, il carattere illegittimo e illegale della protesta che da due settimane sta causando l’interruzione delle attività didattiche»

Occupazione-Virgilio1

Riaffermiamo, come già ribadito dal Dirigente Scolastico del Liceo Classico Virgilio di Roma, il carattere illegittimo e illegale della protesta che da due settimane sta causando l’interruzione delle attività didattiche e l’impossibilità dei docenti di svolgere la funzione a cui sono preposti. Abbiamo finora deciso di non intervenire nel «dibattito» pubblico che ha inevitabilmente coinvolto il liceo in cui insegniamo perché pensiamo che un docente abbia il compito della trasmissione e condivisione delle conoscenze e della costruzione di competenze reali, anche in un contesto difficile, pieno di contraddizioni come quello della scuola italiana che con molta fatica e qualche perplessità si muove in una prospettiva di cambiamento. Per realizzare tutto questo i docenti e gli studenti hanno bisogno di un tempo lungo e continuo che, pensiamo, a questo punto, non sia pienamente compreso dai media, da molti genitori, dai nostri politici e dalle autorità tutte. Diversamente da un’interruzione dell’attività didattica a cui si è deciso di dare inizio in maniera aggressiva, narcisistica e irrispettosa delle persone e che nelle sue molteplici, anche interne, strumentalizzazioni si definisce «resistenza», pensiamo che, pur nella manifestazione del dissenso e nell’individuazione di forme e tempi di confronto per cercare di apportare miglioramenti al lavoro didattico e all’utilizzo degli spazi, questo nostro compito esprima l’unica e più autentica resistenza.

«Un gioco delle parti»
Lo studente che salta la tappa di un impegno sistematico di studio per simulare un atteggiamento «adulto», farà fatica a crescere armonicamente, a recuperare il tempo perso e a scegliere liberamente e consapevolmente il percorso di studi successivi e di vita ai quali il liceo classico Virgilio ha il preciso compito di preparare. Pensiamo che manchi in una parte degli studenti una chiara e serena consapevolezza di appartenere ad una più vasta comunità umana e che essi, evitando di mirare in alto, con richieste che evidenziano uno scarto enorme tra mezzi e obiettivi, manchino del coraggio di affrontare da soli il conflitto con gli adulti con i quali si relazionano a scuola in una terribile e dannosa confusione di ruoli che può solo generare un gioco delle parti.

Le docenti del Virgilio contro l’occupazione «Noi le vere resistenti» ultima modifica: 2015-12-13T06:58:24+00:00 da Gilda Venezia

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl