Mobilità docenti 2017: valutazione servizio pre-ruolo. Vediamo quali novità nel contratto

Orizzonte_logo14

di Giovanna Onnis, Orizzonte Scuola, 25.1.2017

– La contrattazione sulla mobilità 2017/18 si è conclusa e, come anticipato da OrizzonteScuola, martedì 24 gennaio è previsto un ulteriore incontro per procedere ad una rilettura ed eventuale correzione del testo del CCNI; la firma potrebbe, quindi, arrivare in settimana.

Tutte le nostre anticipazioni sono state confermate e tra le importanti novità previste, una riguarda la valutazione del servizio pre-ruolo e del servizio prestato in altro ruolo, diverso da quello di appartenenza.

In fase di contrattazione, infatti, in relazione alla tabella di valutazione, le parti hanno concordato di equiparare, ai soli fini della mobilità a domanda, il servizio pre-ruolo e altro ruolo a quello di ruolo.

Riteniamo utile, quindi, sottolineare le differenze che si prospettano per mobilità volontaria e mobilità d’ufficio

Mobilità volontaria

Dal prossimo anno scolastico per la mobilità volontaria il servizio pre-ruolo sarà valutato come il servizio di ruolo e cioè 6 punti per ogni anno e non 3 punti come fino al corrente anno scolastico.

Chiaramente i requisiti necessari per poter valutare un anno di servizio pre-ruolo rimangono invariati.

Potrà essere valutato, infatti, solo il servizio non di ruolo prestato per almeno 180 giorni o ininterrottamente dal 1 febbraio fino al termine delle operazioni di scrutinio finale o, per la scuola dell’infanzia, fino al termine delle attività educative.

Anche il servizio prestato in altro ruolo sarà equiparato a quello prestato nel ruolo di appartenenza e, come tale sarà valutato sempre 6 punti indipendentemente dall’ordine o grado di istruzione nel quale è stato svolto.

Per quanto riguarda l’anzianità derivante dalla decorrenza giuridica della nomina nel ruolo di appartenenza, anteriore alla decorrenza economica, sono previste differenze nella valutazione del punteggio nel caso in cui il periodo indicato sia coperto da effettivo servizio o se in tale periodo non sia stato prestato alcun servizio.

Il periodo di ruolo giuridico coperto da effettivo servizio, sia pre-ruolo (per almeno 180 giorni o alle condizioni previste dalla normativa), sia in altro ruolo, sarà valutato come il servizio svolto nel ruolo di appartenenza e, quindi, 6 punti.

L’unica eccezione riguarda la valutazione del periodo di ruolo giuridico non coperto da effettivo servizio, per il quale si prevedono ancora 3 punti.

Questa importante differenza nella valutazione del periodo di ruolo giuridico con decorrenza anteriore a quella economica, verrà chiaramente indicata ed esplicitata nei dettagli nella nota 4 della tabella di valutazione che sarà allegata al CCNI 2017/18.

Mobilità d’ufficio

Quanto detto è valido per la mobilità a domanda, mentre per la mobilità d’ufficio la valutazione del servizio pre-ruolo e altro ruolo resterà invariata e saranno confermati, quindi, i criteri utilizzati fino al corrente anno scolastico.

Il servizio pre-ruolo viene valutato per intero i primi 4 anni e per i 2/3 il periodo eccedente i 4 anni, quindi 3 punti ogni anno per i primi 4 anni e 2 punti per ogni anno successivo al quarto.

Anche la valutazione del servizio prestato in altro ruolo, diverso da quello di appartenenza, per la mobilità d’ufficio, non subirà modifiche e verranno riproposte le differenze nella valutazione in relazione all’ordine o grado di istruzione nel quale il docente risulta titolare.

Riteniamo utile fare chiarezza su questo aspetto che è sempre stato causa di dubbi e confusione per i docenti interessati. Si possono presentare, infatti, diversi casi:

  1. Docente titolare nella scuola dell’Infanzia
    Servizio ruolo nella scuola Primaria: si valuta 3 punti per ogni anno a prescindere dal numero di anni.
    Servizio ruolo nella scuola Secondaria I e II grado: si valuta come il pre-ruolo, cioè 3 punti per i primi quattro anni e 2 punti per ogni anno successivo al quarto.
    .
  2. Docente titolare nella scuola Primaria
    Servizio ruolo nella scuola dell’Infanzia: si valuta 3 punti per ogni anno a prescindere dal numero di anni.
    Servizio ruolo nella scuola Secondaria I e II grado: si valuta come il pre-ruolo, cioè 3 punti per i primi quattro anni e 2 punti per ogni anno successivo al quarto.
    .
  3. Docente titolare nella scuola Secondaria I grado
    Servizio ruolo nella scuola dell’Infanzia e Primaria: si valuta come il pre-ruolo, cioè 3 punti per i primi quattro anni e 2 punti per ogni anno successivo al quarto.
    Servizio ruolo nella scuola Secondaria II grado: si valuta 3 punti per ogni anno a prescindere dal numero di anni.
    .
  4. Docente titolare nella scuola Secondaria II grado
    Servizio ruolo nella scuola dell’Infanzia e Primaria: si valuta come il pre-ruolo, cioè 3 punti per i primi quattro anni e 2 punti per ogni anno successivo al quarto.
    Servizio ruolo nella scuola Secondaria I grado: si valuta 3 punti per ogni anno a prescindere dal numero di anni.

I criteri indicati con le differenze sottolineate, che avranno conseguenze anche per la graduatoria interna di istituto, per la cui predisposizione dovranno essere utilizzate le regole valide per mobilità d’ufficio, li troveremo chiaramente indicati nella tabella di valutazione che avremo modo di analizzare e verificare dopo la pubblicazione del CCNI 2017/18 dove tale tabella risulterà allegata

.

Mobilità docenti 2017: valutazione servizio pre-ruolo. Vediamo quali novità nel contratto ultima modifica: 2017-01-25T07:28:25+02:00 da Gilda Venezia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl