Nuovo contratto, a rischio i permessi

oggi-scuola_logo15

 Oggiscuola, 28.11.2017

– Permessi a rischio. Questa la prospettiva che si delinea con il nuovo contratto dei dipendenti della scuola, tramite la cancellazione o il ridimensionamento dei diritti relativi alle assenze, ai permessi e ai congedi.

A riportare la notizia è il giornale Italia Oggi, che pone l’accento sui permessi per motivi personali più in bilico nella scuola. Istituto previsto solo dal contratto e non dalla legge, che in passato ha incontrato molti ostacoli nella piena applicazione. Tant’è che per potervi accedere diversi docenti e non docenti hanno dovuto ricorrere alla magistratura del lavoro. Alcuni di loro, peraltro, per il solo fatto di averne fruito, sono stanti sanzionati dai dirigenti scolastici, salvo poi vedersi annullare le sanzioni dai giudici del lavoro.

La sopravvivenza dell’istituto è “in forse” perché i permessi per motivi personali, così come definiti nel vigente contratto di lavoro, non hanno copertura legale. In altre parole, non sono previste dalla legge, ma solo dal contratto. Si tratta dunque di una deroga, legittima secondo il sistema previgente alla riforma Brunetta, ma che ora potrebbe risultare illegittima. Ciò anche se, nel frattempo, è intervenuta un’ulteriore modifica normativa con il cosiddetto decreto Madia. Che però ha ridato solo in parte al tavolo negoziale il potere che gli è stato tolto.

Un po’ di storia per mettere ordine nelle fila del discorso.

 

.

.

Nuovo contratto, a rischio i permessi ultima modifica: 2017-11-29T05:35:51+01:00 da Gilda Venezia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl