Pensione anticipata, Quota 100 e 41 nel 2019: calcolo in base all’età

di Giuseppe Spadaro, Termometro Politico, 1.12.2018

– Quota 100 e 41 2019: requisiti anagrafici, come si calcolano.

L’accesso all’età pensionistica può seguire diverse strade sulla base delle norme in vigore. In questi anni si è molto discusso degli effetti della riforma Fornero. E proprio in queste settimane il tema è tornato di attualità in funzione della prossima applicazione di Quota 100. In pratica grazie alle misure del Governo Conte si allargheranno le maglie di accesso alla pensione. Infatti proprio con Quota 100 chi ha almeno 62 anni di età e 38 anni di contributi versati potrà andare in pensione a partire dal 2019.

– Pensione anticipata, opzione donna e quota 41

Proviamo però anche a ricapitolare le opzioni attualmente valide con cui è possibile andare in pensione. Nel 2019 quali saranno i requisiti previsti? Opzione donna dà la possibilità a donne con meno di 60 anni (57 anni se dipendenti, 58 se autonome) di andare in pensione con 35 anni di contributi. In questo caso l’assegno è ridotto in quanto l’importo è sulla base del sistema contributivo.

Un’altra modalità di uscita dal mondo del lavoro è la cosiddettaQuota 41. Possono usufruirne i cosiddetti lavoratori precoci: la norma consentirà loro, nel 2019, di andare in pensione con 41 anni e 5 mesi di contributi a prescindere dall’età anagrafica.

– Pensione anticipata e pensione di vecchiaia contributiva

Come abbiamo visto in apertura del nostro articolo dal prossimo anno dovrebbe essere attiva anche Quota 100. La stessa è da intendersi valida anche se la somma diventa 101 ad esempio con 63 anni di età e 38 di contributi. O se il lavoratore ha 62 anni di età e 40 di contributi. Il raggiungimento dei due requisiti è da ritenere come condizione minima.

Dal 2019 tramite la pensione anticipata si può andare in pensione con 43 anni e 3 mesi di contributi per gli uomini e 42 anni e 3 mesi di contributi per le donne.

Infine il termine per la pensione di vecchiaia, salvo diverse disposizioni del Governo, nel 2019 sarà raggiunto al compimento dei 67 anni. Mentre per la pensione di vecchiaia contributiva servono 71 anni e 5 anni di contributi.

– Quale Quota 100 e Quota 41 per il futuro?

Sullo sfondo resta l’impegno dell’esecutivo di agevolare ulteriormente l’accesso alla pensione introducendo ‘Quota 41’. Ovvero dare la possibilità a chiunque abbia acquisito 41 anni di contributi versati a prescindere dall’età anagrafica. Ed eliminare i requisiti minimi di Quota 100 in modo che raggiungendo 100 come somma dell’età anagrafica e contributi versati si possa andare in pensione, senza alcuna penalizzazione.

.

.

.

.

Pensione anticipata, Quota 100 e 41 nel 2019: calcolo in base all’età ultima modifica: 2018-12-02T06:18:20+00:00 da Gilda Venezia

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl