Pensioni, Controlla come cambia la data di pensionamento nel 2017

Pensioni-Oggi_logo14

di Davide Grasso,  PensioniOggi,  23.12.2016

–  Il programma di Pensioni Oggi per controllare rapidamente la prima data utile per uscire dal mondo del lavoro in base alle modifiche contenute nella legge di Bilancio per il 2017.

La legge di bilancio per il 2017 pubblicata l’altro giorno in Gazzetta Ufficiale porta diverse novità in materia pensionistica a partire dal 1° gennaio 2017. E’ stata estesa, seppur di poco, la possibilità per le lavoratrici di chiedere l’opzione donna, è stata introdotta una agevolazione previdenziale per i lavoratori precoci, coloro che hanno almeno 12 mesi di lavoro prima del 19° anno di età, è stato introdotto l’APE agevolato, un sussidio di accompagnamento alla pensione per i lavoratori in condizione di difficoltà che hanno compiuto i 63 anni di età. E l’APE volontario per coloro che intendono uscire in via anticipata con un prestito erogato dal settore bancario che dovrà essere restituito una volta conseguita la pensione di vecchiaia. Ci sarà anche il cumulo dei periodi assicurativi, una disposizione particolarmente utile per mettere assieme la contribuzione derivante da carriere lavorative miste senza oneri o decurtazioni sulla misura del reddito pensionistico.

Alcune agevolazioni interessano, poi, i lavori usuranti che vedono la soppressione della finestra mobile di 12 o 18 mesi, da menzionare anche la soppressione in via definitiva della penalizzazione sulle uscite anticipate prima del 62° anno di età. A parte queste migliorie la struttura portante della Legge Fornero non è stata cambiata: nel 2017 si potrà conseguire la pensione di vecchiaia al raggiungimento di 66 anni e 7 mesi (65 anni e 7 mesi le lavoratrici dipendenti del settore privato, 66 anni ed un mese le autonome) o la pensione anticipata con 42 anni e 10 mesi di contributi (41 anni e 10 mesi le donne). I precoci in condizione di difficoltà (disoccupati, invalidi, caregiver o soggetti addetti a mansioni particolarmente gravose) potranno avvantaggiarsi dell’uscita a 41 anni di contributi dal 1° maggio 2017.

Molte di queste novità devono essere ancora comprese nella loro portata definitiva. Occorrono, infatti, alcuni decreti governativi di attuazione attesi entro i primi due mesi del prossimo anno. Nelle more di tali istruzioni i lettori di PensioniOggi.it possono iniziare a controllare le modifiche in arrivo dopo la Riforma contenuta nella legge di bilancio tramite il programma disponibile a questo indirizzo

.

Pensioni, Controlla come cambia la data di pensionamento nel 2017 ultima modifica: 2016-12-24T06:45:43+01:00 da Gilda Venezia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl