Piano scuola: indicazioni per educazione fisica, quarantena, laboratori e PCTO

Piano Scuola: per l’educazione fisica regole diverse a seconda del colore dei territori, quarantena ridotta per i vaccinati, ma serve tampone finale. indicazioni per le attività nei laboratori e i PCTO.

Per lo svolgimento dell’attività motoria sportiva nelle palestre scolastiche, il CTS distingue in base al “colore” con cui vengono identificati i territori in relazione alla diffusione del contagio.

In particolare, nelle zone bianche, le attività di squadra sono possibili ma, specialmente al chiuso, dovranno essere privilegiate le attività individuali. In zona gialla e arancione, raccomanda lo svolgimento di attività unicamente di tipo individuale.

Il parere del CTS è ripreso nel Piano Scuola 2021/22, con il quale vengono dettate anche ulteriori regole.

Per quanto riguarda le attività didattiche di educazione fisica/scienze motorie e sportive all’aperto, il CTS non prevede in zona bianca l’uso di dispositivi di protezione da parte degli studenti, salvo il distanziamento interpersonale di almeno due metri. Per le stesse attività da svolgere al chiuso, è raccomandata l’adeguata aerazione dei locali.

Per quanto concerne l’utilizzo dei locali della scuola, esso va riservato alla realizzazione di attività didattiche. Tuttavia, nell’ipotesi di accordi già intercorsi con gli Enti locali proprietari delle palestre che ne prevedano l’utilizzo da parte di soggetti esterni, così come in quella di eventuali accordi che avessero a sopraggiungere in corso d’anno, il CTS li ritiene considerabili solo in zona bianca, subordinatamente all’assicurazione di adeguata pulizia e sanificazione dopo ogni uso.

In caso di situazioni epidemiologiche non favorevoli (es. zona arancione), gli Enti locali proprietari degli immobili valuteranno l’opportunità di sospendere le attività dei soggetti esterni, almeno fino al rientro in zona bianca del territorio di riferimento.

Il Piano Scuola 2021/2022 prevede la quarantena ridotta per coloro che sono vaccinati.

Infatti, secondo quanto evidenziato dal CTS nell’estratto del verbale n. 39 del 5 agosto 2021, la protezione dall’infezione da SARS-CoV-2 conferita dalla vaccinazione, in base ai dati diffusi dall’Istituto Superiore di Sanità, si attesta, allo stato delle evidenze scientifiche, sull’88%, dato sostanzialmente confermato da tutti gli studi internazionali.

Due recenti studi condotti in Israele e nel Regno Unito indicano un ridotto rischio d’infezione che caratterizza i conviventi di soggetti che hanno completato il ciclo vaccinale, oltre ad una riduzione del carico virale in coloro che hanno sviluppato l’infezione 12-37 giorni dopo la prima dose di vaccino.

Un ulteriore studio evidenzia che nei soggetti vaccinati che s’infettano si osserva un più rapido declino del carico virale rispetto ai soggetti che pure s’infettano, ma che non erano stati vaccinati, ciò determinando ridotta infettività.

Pertanto, il CTS ritiene che vi siano le condizioni per differenziare il periodo di quarantena precauzionale, per i soggetti che hanno avuto contatti stretti con casi confermati di SARS-Cov-2, a seconda che tali soggetti abbiano, o meno, completato il ciclo di vaccinale, ritenendo, in particolare, che questo periodo possa per essi limitarsi a 7 giorni, a condizione che, alla scadenza di tale termine, venga effettuato un test diagnostico di esito negativo con uno dei tamponi connotati dalle caratteristiche di affidabile performance identificate nelle vigenti circolari del Ministero della salute.

Il Piano Scuola relativo all’a.s. 2021/22 contiene le indicazioni per il corretto svolgimento di tutte le attività scolastiche a partire da settembre 2021.

Tra queste, un paragrafo contiene indicazioni specifiche per le attività nei laboratori e per lo svolgimento dei Percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento (PCTO).

Attività nei laboratori

Tutte le attività didattiche di carattere laboratoriale dovranno essere svolte mantenendo gli stessi accorgimenti indicati per l’attività didattica ordinaria, avendo cura di predisporre l’ambiente con le consuete accortezze in ordine alla sicurezza e con particolare attenzione a che il luogo sia stato opportunamente e approfonditamente igienizzato, nell’alternarsi tra un gruppo classe e l’altro.

In tutte le attività scolastiche di laboratorio sarà utile sensibilizzare gli studenti a provvedere autonomamente al riassetto della postazione di lavoro, ad esclusione ovviamente delle operazioni complesse di competenza del personale tecnico.

PCTO

Ferma restando l’autonomia organizzativa delle attività di PCTO in capo alle istituzioni scolastiche, il MI sottolinea la necessità che le medesime procedano a verificare, attraverso l’interlocuzione con i soggetti partner in convenzione, che nelle strutture ospitanti gli spazi adibiti alle attività degli studenti in PCTO siano conformi alle prescrizioni generali e specifiche degli organismi di settore e consentano il rispetto di tutte le disposizioni sanitarie previste.

.

.

.

.

.

.

 

Piano scuola: indicazioni per educazione fisica, quarantena, laboratori e PCTO ultima modifica: 2021-08-10T04:49:24+02:00 da Gilda Venezia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl