Precedenza completamento supplenza su spezzone

Gilda Venezia

Orizzonte Scuola,  17.9.2021.

Supplenze, docente che ha avuto spezzone ha la precedenza per completare orario con nuove disponibilità. ISTRUZIONI

Gilda Venezia

Supplenze docenti anno scolastico 2021/22: il docente che con le istanze informatizzate, in prima nomina, ha avuto l’attribuzione di uno spezzone inferiore alle proprie richieste e dunque conserva il diritto al completamento orario, come deve essere considerato nel caso di nuove disponibilità?

Un nostro lettore chiede

Sono un docente di scuola secondaria di secondo grado e al primo giro di nomine da GPS seconda fascia ho ricevuto uno spezzone di 10 ore (su 18). Ho dunque titolo al completamento d’orario e vorrei chiedervi se questo potrà avvenire solo da graduatorie di istituto o anche da una nuova esecuzione delle nomine da GPS.

Nella vostra rubrica “Chiedilo a Lalla” del 16 settembre (articolo “Supplenze docenti 2021, algoritmo gira ancora per nuove disponibilità e posti rinunce. Chi può essere nominato”) si legge:
“… i posti derivanti dalle rinunce, ma anche da nuove disponibilità liberate in seguito a nuove immissioni in ruolo e assegnazioni provvisorie/utilizzazioni non comportano il rifacimento delle operazioni bensì lo scorrimento delle graduatorie.”

Sembrerebbe dunque che mi sia preclusa la possibilità di ricevere un secondo spezzone da GPS, nonostante ciò fosse possibile nella prima esecuzione delle nomine (nell’istanza erano presenti le scelte ‘completamento stesso insegnamento’ e ‘completamento diverso insegnamento’ che io avevo selezionato entrambe).

Non sarebbe invece più corretto che la nuova esecuzione da GPS prenda nuovamente in considerazione almeno i docenti che hanno ricevuto solo uno spezzone orario, per poter procedere ad eventuali completamenti orario? Non si tratta infatti di docenti che hanno rinunciato alla nomina (come vengono considerati i docenti che non hanno indicato nell’istanza talune sedi).

Ringraziandovi per la cortesia e per le interessanti ed utili risposte contenute nella vostra rubrica, porgo cordiali saluti

Diritto al completamento orario

Confermiamo l’”intuizione” del nostro lettore. Il docente che nella prima fase di nomina ha ricevuto solo uno spezzone ma che mantiene il diritto al completamento di orario partecipa alle fasi successive di nomina, una volta individuate nuove disponibilità da assegnare.

Anzi, il docente che ha avuto lo spezzone ha la precedenza nel successivo scorrimento delle graduatorie.

In questo caso infatti andare a riprendere il nominativo del docente che ha avuto solo lo spezzone non vuol dire “rifare le nomine” ma proseguire, scorrere le graduatorie. Il docente che ha ricevuto l’incarico completo (anche se non particolarmente gradito) non parteciperà al successivo turno, mentre rimane in graduatoria chi ha solo lo spezzone. Esattamente come avveniva con le convocazioni in presenza.

A spiegare il meccanismo attraverso il quale dovranno operare le segreterie scolastiche (nel caso in cui le operazioni diventino di loro competenza) è l’ufficio Scolastico di Torino

“L’operazione di copertura dei posti curriculari ancora vacanti consta di due passaggi:

1) PRIMO PASSAGGIO:
PROPOSTA DEL COMPLETAMENTO ORARIO: in presenza di docenti nominati su spezzone in posizione successiva all’ultimo nominato su cattedra, occorre preliminarmente proporre il completamento orario a tali docenti ai sensi dell’art. 12, comma 10, O.M. 60/2020;
Al fine di individuare i docenti aventi diritto al completamento orario occorre procedere come di seguito indicato:
a) aprire il file delle nomine generali conferite mediante procedura informatizzata (nome file: Bollettino Totale nomine).
b) Filtrare la classe di concorso di interesse da questo file. Il file proporrà tutti gli aspiranti che sono stati nominati su posto intero e/o spezzone. Gli aspiranti da individuare, aventi diritto al completamento, sono quelli nominati su spezzone e che si trovano in posizione successiva all’ultimo aspirante nominato su posto intero.
c) Una volta individuato l’aspirante nominato su spezzone avente diritto al completamento, si suggerisce di copiare il codice fiscale ed effettuare col medesimo una ricerca nel file “Preferenze espresse da aspiranti” su cui opportunamente è stata filtrata la classe di concorso di interesse.
d) A questo punto nel file “Preferenze espresse da aspiranti” verificare che l’aspirante abbia indicato fra le preferenze la scuola che sta operando; si rammenta quanto previsto dall’art. 13 commi 20 e 21 dell’OM 60/2020.

2) SECONDO PASSAGGIO DOPO AVER GARANTITO IL COMPLETAMENTO AGLI EVENTUALI AVENTI DIRITTO O IN ASSENZA DI QUESTI ULTIMI, SI PROCEDE AD INDIVIDUARE I DOCENTI IN POSIZIONE SUCCESSIVA ALL’ULTIMO NOMINATO SU CATTEDRA

Una volta ultimata la procedura di cui di cui al PASSAGGIO 1 ovvero dopo aver garantito il completamento orario a tutti gli aventi diritto oppure nell’ipotesi di assenza di docenti aventi diritto al completamento orario (situazione che si verifica se non sono presenti docenti nominati su spezzone dopo l’ultimo nominato su cattedra) occorre individuare i docenti in posizione successiva all’ultimo nominato su cattedra a cui indirizzare le proposte di nomina.”

Per quanto riguarda gli spezzoni pari o inferiori a 6 ore bisogna tener conto delle indicazioni presenti nella OM 60/2020.
.

.

.

.

.

.

 

Precedenza completamento supplenza su spezzone ultima modifica: 2021-09-17T09:44:37+02:00 da Gilda Venezia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl