Prova scritta concorso dirigenti scolastici: come sarà valutata

notizie-scuola_logo2Notizie della scuola,  17.10.2018
– Pubblicato da parte del Miur il Quadro di riferimento che illustra i criteri secondo i quali sarà valutata la prova scritta del concorso a dirigente scolastico, e riporta le fonti bibliografiche e sitografiche per i quesiti di lingua straniera.

Il Quadro di riferimento della prova scritta assume tutti i riferimenti normativi e bibliografici riportati nell’analogo documento predisposto per la prova preselettiva.

I cinque quesiti a risposta aperta attengono a più aree tematiche e prevedono come “incipit” o “nel corpo” del quesito la seguente formulazione:

“Il candidato evidenzi, in relazione al quadro normativo di riferimento ed alle responsabilità dirigenziali, le principali azioni del dirigente scolastico nella situazione e nel contesto professionale di seguito descritti: … “.

Il punteggio totale attribuibile a ciascun quesito a risposta aperta è pari a 16 punti.

Gli elaborati relativi ai cinque quesiti a risposta aperta verranno valutati in base ai seguenti criteri:

Criterio

Descrizione

Valutazione

Coerenza e pertinenza con le competenze del dirigente scolastico (art. 25 D.lgs. 165/2001) Valenza strategica delle azioni proposte, funzionali alla realizzazione di processi formativi di qualità, all’interno di una visione unitaria dell’istituzione scolastica; coerenza delle azioni proposte con l’esercizio dei poteri di direzione, coordinamento e valorizzazione delle risorse umane, finanziarie e strumentali; articolazione ed efficacia delle azioni proposte in un quadro di sistema fino a 6 punti
Inquadramento normativo Uso pertinente, consapevole e critico delle norme citate all’interno della trattazione fino a 4 punti
Sintesi, esaustività ed aderenza all’oggetto del quesito Organicità e rigore nella descrizione di azioni, situazioni, contesti e concetti; concisione, chiarezza e compiutezza nella trattazione fino a 3 punti
Correttezza logico-formale Corretta espressione linguistica; capacità argomentativa e di costruzione logica del pensiero fino a 3 punti

I quesiti a risposta chiusa in  prevedono due brani nella lingua straniera scelta dal candidato, tratti da documenti originali dei quali verrà indicata la fonte e sui quali verranno formulate cinque domande con quattro opzioni di risposta, di cui una sola corretta.

I testi scritti vertono sugli argomenti di cui alla lettera d) “organizzazione degli ambienti di apprendimento, con particolare riferimento all’inclusione scolastica, all’innovazione digitale e ai processi di innovazione nella didattica” e alla lettera i) “sistemi educativi dei Paesi dell’Unione europea” del Regolamento.

A ciascuno dei quesiti in lingua straniera la Commissione attribuisce un punteggio massimo di 10 punti, 2 per ciascuna risposta corretta.

Il punteggio complessivo della prova scritta è dato dalla somma dei punteggi ottenuti in ciascuno dei sette quesiti. I candidati che ottengono un punteggio complessivo pari o superiore a 70 punti sono ammessi alla prova orale.

In caso di risposta omessa il punteggio attribuito a ciascun quesito sarà pari a zero.

.

.

.

Prova scritta concorso dirigenti scolastici: come sarà valutata ultima modifica: 2018-10-17T16:41:20+00:00 da Gilda Venezia

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl