Quiz per Dirigenti: l’incongruenza al potere

di Lauro Zanzara, La scuola semplice, 27.6.2018

– Il MIUR ha pubblicato oggi i famosi quiz su cui si baserà la prova preselettiva per diventare dirigenti scolastici.

Il più sciocco criterio di selezione è dare la prova prima, farla studiare a memoria e premiare chi ha memoria, cosa che non sempre equivale ad avere le giuste doti relazionali e culturali richieste a un dirigente scolastico oggi.

Mentre agli alunni non viene più richiesto alcun contenuto appreso a memoria, un insegnante laureato , per accedere alla prova per diventare dirigente scolastico, dovrà sapere a memoria il numero dei dipartimenti in cui si articola il MIUR, quale norma abbia abolito l’esame di licenza elementare e persino l’acronimo, declinato in italiano, che in Francia definisce un sistema per la validazione dell’apprendimento non formale e informale.

ALTRO CHE INVALSI….

Alla domanda 5423 come bisogna rispondere? La legge dice che riguarda il personale di ruolo, gli accordi sbandierati ieri parlano di bonus anche per i supplenti. Sarà data per giusta la risposta che cita la Legge del docente assertivo o quella vera che darebbe il creativo, passionale e contrastivo?

Me ne sono accorto io che scrivo per passione, tu funzionario del MIUR eri al mare ieri? E tu politico innovatore controlli gli atti che gli uffici emanano?

.

.

.

Quiz per Dirigenti: l’incongruenza al potere ultima modifica: 2018-06-27T22:42:00+00:00 da Gilda Venezia

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl