Ricreazione e cambio dell’ora, cosa devono fare i docenti

di Fabrizio De Angelis, La Tecnica della scuola, 19.12.2018

– In seguito all’articolo pubblicato su questa testata, sulle dichiarazioni del Ministro Bussetti sull’orario dei ricreazione, un docente neoassunto chiede quali sono gli obblighi dell’insegnante durante il cambio dell’ora e la ricreazione. Proviamo a rispondere.

Le responsabilità dei docenti

La vigilanza degli alunni, come ricordato anche in un precedente articolo, è contemplata dal comma 5 dell’art.29 del CCNL scuola, e prevede la responsabilità dell’insegnante per la vigilanza sugli alunni durante l’intero svolgimento delle lezioni.

Inoltre, è bene ricordare, che il docente è tenuto ad essere in classe cinque minuti prima dell’inizio delle lezioni e ad accompagnare gli alunni all’uscita l’ultima ora di lezione.

Nello specifico per la scuola primaria, è bene verificare che siano presenti i genitori degli alunni prima di lasciarlo incustodito. Se così non fosse, l’insegnante non dovrà attendere all’infinito, ma segnalare il tutto al dirigente o chi ne fa le veci e consegnare l’alunno incustodito ai collaboratori scolastici.

Cambio d’ora e ricreazione

In occasione del cambio d’ora, bisogna evidenziare che se il collega dell’ora successiva dovesse ritardare, non è possibile lasciare la classe incustodita e senza sorveglianza.
Nel caso in cui questo ritardo dovesse essere consistente, si dovrà segnalare al dirigente scolastico. Sul tema si è espressa anche una sentenza della Corte dei Conti, la n. 86/92, che sancisce:sarà compito della direzione scolastica provvedere comunque ad affidare gli alunni ad altro personale, anche ausiliario, nei momenti di precaria e temporanea assenza dell’insegnante”. 

Anche nel corso della ricreazione, vige l’obbligo della sorveglianza da parte del docente dell’ora precedente alla ricreazione. In questo caso, però, il docente potrebbe avere la possibilità di discolparsi nel caso in cui si riuscisse a dimostrare che, pur essendo presente, non ha comunque potuto evitare l’evento data l’imprevedibilità di quest’ultimo.

C’è però da ricordare, che la vigilanza degli alunni di norma viene regolata dal Regolamento d’istituto, che dovrebbe fare chiarezza su questi aspetti molto importanti. Usiamo il condizionale perché purtroppo, come ci è stato segnalato in passato, questo non avviene.

.

.

.

.

.

 

Ricreazione e cambio dell’ora, cosa devono fare i docenti ultima modifica: 2018-12-19T21:54:59+01:00 da Gilda Venezia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl