Rientro in classe, il Ministero smentisce lezioni da 45 minuti

di Alessandro GiulianiLa Tecnica della scuola, 30.7.2020.

Ma conferma: alle superiori può tornare la DaD.

Gilda Venezia

Nelle Linee guida per la Didattica Digitale Integrata non sono previste lezioni da 45 minuti e nemmeno classi separate in due gruppi: sono delle ipotesi già superate. Lo sottolinea il ministero smentendo in questo modo le affermazioni di Repubblica, che parla di documento contenente indicazioni di lezioni “da 45 minuti” e che “in caso di lockdown alle superiori” sarebbero “garantite almeno 20 ore” settimanali.

Il Ministero: sono bozze vecchie

A detta del ministero dell’Istruzione, questi dati erano inclusi in “bozze che risultavano superate già nella giornata di ieri e contengono anche ragionamenti infondati”.

“Nel testo, che sarà inviato oggi al Consiglio superiore della Pubblica Istruzione per il necessario parere, non è previsto infatti, come riportato ad esempio da ‘la Repubblica’, che le lezioni siano di 45 minuti”, sostengono dal MI.

Saranno, eventualmente, le singole scuole, attraverso gli organi collegiali, a stabilire la riduzione dell’unità orario di lezione, ovviamente motivandola e prevedendo il piano di recupero dei minuti persi.

Le indicazioni, continua il ministero replicando a Repubblica, non riguardano poi solo “le scuole medie”,  ma “tutti gli ordini di scuola, specificando cosa fare in caso di nuova chiusura, per ogni fascia di età”.

Il ritorno della DaD alle superiori

Per “le secondarie di secondo grado, le indicazioni valgono anche per la ripresa di settembre. Qui la Didattica Digitale potrà essere integrata, come ampiamente spiegato in queste settimane, con quella in presenza”.

Sempre alle superiori, da Viale Trastevere si precisa che “risulta infondato il ragionamento secondo cui, sempre in base all’articolo, “tendenzialmente si formeranno” due gruppi per classe e “il primo sarà 5-6 giorni a scuola mentre l’altro 5-6 giorni a casa”.

Per il dicastero dell’Istruzione è solo “un esempio estremizzato, derivante da una lettura distorta del documento, che non trova fondamento nelle Linee stesse e che le famiglie potrebbero facilmente scambiare, impropriamente, per una indicazione data dal Ministero”.

E se torna il lockdown…

Lo stesso ministero dell’Istruzione ha comunque confermato, implicitamente e come già indicato nelle Linee Guida pubblicate lo scorso 26 giugno, la possibilità che alle superiori possano svolgersi attività didattiche digitali sincrone e asincrone.

Inoltre, la Didattica Digitale Integrata potrà essere adottata in modalità complementare a quella in presenza anche nelle istituzioni scolastiche di qualsiasi grado, qualora si rendesse necessario sospendere nuovamente le attività didattiche in presenza a causa delle condizioni epidemiologiche contingenti.

.

.

.

.

.

.

 

Rientro in classe, il Ministero smentisce lezioni da 45 minuti ultima modifica: 2020-07-30T18:47:53+02:00 da Gilda Venezia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl