Riscatto laurea. Ora anche per over 45, allargata la platea dei beneficiari. Come aderire

Professionisti_logo1

di Linda Tramontano, Professionisti Scuola Network, 27.1.2020

– Con la circolare n. 6 del 22 gennaio 2020 diffusa dall’INPS, si chiariscono i dubbi relativi al decreto legge 4/2019 che aveva introdotto la possibilità di recuperare gli anni di studi universitari, nel conteggio del periodo di tempo necessario alla pensione, pagando una cifra annua agevolata (pari a 5.260 euro). La novità chiarita dalla suddetta circolare consente al lavoratore di richiedere il riscatto della laurea agevolato anche a coloro che frequentavano un corso di studi negli anni antecedenti al 1° gennaio 1996, prima previsto solo per gli periodi successivi a tale data, pur avendo superato i 45 anni di età a condizione che opti per la liquidazione dell’assegno pensionistico con il sistema contributivo.

Il riscatto dei periodi di studio universitario svolti entro il 1995 può essere fatto con il metodo contributivo se l’interessato prima (o contestualmente) chiede che tutta la pensione sia calcolata con questo sistema. L’opzione al contributivo può essere esercitata a condizione che il lavoratore abbia meno di 18 anni di contributi entro il 31 dicembre 1995, ma almeno 15 anni di contributi di cui cinque ricadenti in un sistema contributivo.

A chi è rivolto e quali sono i titoli che è possibile riscattare

La circolare 6 del 22 gennaio 2020 conferma la possibilità di riscattare la laurea anche a chi abbia svolto gli studi prima del 1996 purché rientri nei requisiti previsti dalla legge Dini, che sono:

  • meno di 18 anni versati prima del 31.12.1995;
  • almeno 15 anni di contributi versati complessivamente al momento della richiesta di riscatto;
  • almeno 5 anni nel periodo contributivo, post 1995.

l riscatto della laurea è rivolto a tutti coloro (anche disoccupati) che abbiano conseguito il diploma di laurea o titolo equiparato. Si possono riscattare:

  • diploma universitario (2-3 anni di durata)
  • la laurea triennale, quadriennale o a ciclo unico
  • il diploma di specializzazione post-laurea
  • il dottorato di ricerca (se si sono versati i contributi alla gestione separata Inps).

Inoltre è possibile chiedere il riscatto anche di periodi parziali, più brevi rispetto alla durata legale del proprio corso di studio. Gli anni fuori corso non danno nessuna possibilità di riscatto.

La possibilità di beneficiare del riscatto della laurea agevolata anche alle ante 1996, produrrà un ulteriore aumento di richieste, basti pensare che nel 2019 sono state 70mila domande, vediamo come si procede per inoltrare la domanda:

Come si presenta la domanda di riscatto

Si presenta online attraverso il sito dell’Inps, dopo l’accoglimento dell’istanza, si utilizzeranno gli appositi bollettini Mav inviati dall’Inps per il pagamento dell’onere. È possibile effettuare il pagamento rateale anche mediante addebito diretto sul conto.
Per le domande presentate dal 1° gennaio 2008, gli oneri da riscatto per il corso di laurea possono essere versati ai regimi previdenziali di appartenenza in unica soluzione oppure in 120 rate mensili senza l’applicazione di interessi per la rateizzazione.

I Vantaggi fiscali del riscatto laurea

  • Sconti sulle imposte
  • Il riscatto della laurea per un figlio a carico che non ha mai lavorato dà diritto alla detrazione del 19% degli importi versati,
  • si può dedurre l’intero importo versato dal computo del proprio reddito imponibile.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

 

Riscatto laurea. Ora anche per over 45, allargata la platea dei beneficiari. Come aderire ultima modifica: 2020-01-28T06:05:21+01:00 da Gilda Venezia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl