Tfa sostegno, prove d’accesso: ci saranno quesiti su autonomia scolastica e organizzazione

di Fabrizio De Angelis,  La Tecnica della scuola, 22.3.2019

Come abbiamo scritto in precedenza, tutte le Università hanno pubblicato i bandi relativi al Tfa sostegno. Adesso, occhi puntati sulle prove d’accesso, in primis sul test preliminare, che si svolgerà in tutta Italia secondo il seguente calendario:

  • per la scuola dell’infanzia in data 15 aprile 2019, mattina;
  • per la scuola primaria in data 15 aprile 2019, pomeriggio;
  • per la scuola secondaria di primo grado in data 16 aprile 2019, mattina;
  • per la scuola secondaria di secondo grado in data 16 aprile 2019, pomeriggio.

Tfa sostegno 2019: le prove d’accesso

Il test preliminare è costituito da 60 quesiti formulati con cinque opzioni di risposta, fra le quali il candidato ne deve individuare una soltanto.

Almeno 20 dei predetti quesiti sono volti a verificare le competenze linguistiche e la comprensione dei testi in lingua italiana. La risposta corretta a ogni domanda vale 0,5 punti, la mancata risposta o la risposta errata vale 0 (zero) punti. Il test ha la durata di due ore.

Gli ambiti su cui saranno le prove d’accesso

Le prove di accesso sono definite dal decreto 30 settembre 2011, tutt’ora e pienamente vigente. Nello specifico parliamo dell’allegato C:

– Competenze socio-psico-pedagogiche diversificate per grado di scuola:

• infanzia 
• primaria
• secondaria di primo grado
• secondaria di secondo grado;

– Competenze su intelligenza emotiva, riferite ai seguenti aspetti:

– riconoscimento e comprensione di emozioni, stati d’animo e sentimenti nell’alunno;

– aiuto all’alunno per un’espressione e regolazione adeguata dei principali stati affettivi;

– capacità di autoanalisi delle proprie dimensioni emotive nella relazione educativa e didattica;

– Competenze su creatività e su pensiero divergente, riferite cioè al saper generare strategie innovative ed originali tanto in ambito verbale linguistico e logico matematico quanto attraverso i linguaggi visivo, motorio e non verbale;

– Competenze organizzative in riferimento all’organizzazione scolastica e agli aspetti giuridici concernenti l’autonomia scolastica:

– il Piano dell’Offerta Formativa, l’autonomia didattica, l’autonomia organizzativa, l’autonomia di ricerca e di sperimentazione e sviluppo, le reti di scuole;

– le modalità di autoanalisi e le proposte di auto-miglioramento di Istituto; la documentazione;

– gli Organi collegiali: compiti e ruolo del Consiglio di Istituto, del Collegio Docenti e del Consiglio di Classe o Team docenti, del Consiglio di Interclasse;

– forme di collaborazione interistituzionale, di attivazione delle risorse del territorio, di informazione e coinvolgimento delle famiglie. Compito e ruolo delle famiglie.

La prova orale di cui all’articolo 5 comma 2 lettera c) verte sui contenuti delle prove scritte e su questioni motivazionali.

Corso sostegno: organizzazione scolastica e aspetti giuridici concernenti l’autonomia scolastica

Le prove d’accesso, come riporta appunto il decreto in questione, verteranno anche sugli aspetti organizzativi e relativi all’autonomia scolastica.
Infatti, il docente che acquisirà la specializzazione per il sostegno dovrà essere in possesso di competenze utili a padroneggiare tutte le attività di sostegno alla classe che servono a favorire e a promuovere il processo di integrazione degli alunni diversamente abili. Pertanto dovrà possedere competenze in riferimento all’organizzazione scolastica e agli aspetti giuridici concernenti l’autonomia scolastica.

Dovrà conoscere la funzione e il ruolo degli organi Collegiali, saper stabilire forme di collaborazione con le famiglie e con il territorio, saper autovalutare la qualità del suo servizio a favore degli apprendimenti degli alunni e della comunità scolastica.

Infatti, ricordiamo, che il docente di sostegno offre la sua professionalità e competenza per apportare all’interno della classe un significativo contributo a supporto della collegiale azione educativo-didattica, secondo principi di corresponsabilità e di collegialità.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

Tfa sostegno, prove d’accesso: ci saranno quesiti su autonomia scolastica e organizzazione ultima modifica: 2019-03-22T14:02:20+02:00 da Gilda Venezia

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl