Vigilanza dei docenti in progetti pomeridiani è obbligatoria?

Tecnica_logo15B

Lucio Ficara, La Tecnica della scuola, 8.3.2017

– Una Ds predispone delle prove extracurricolari da somministrare agli studenti in orario extrascolastico. La stessa Ds impone ai docenti l’obbligo di vigilanza.

Si tratta di un progetto extrascolastico indirizzato a classi aperte agli studenti che ne hanno fatto richiesta, in orario pomeridiano c’è una prova scritta da svolgere. La Dirigente scolastica di un liceo precetta una decina di insegnanti che dovranno somministrare la prova riferita al progetto e dovranno garantire la sorveglianza per tutta la durata della prova, che si svolge dalle ore 15 alle ore 17 del pomeriggio.

La sorveglianza dei docenti alla suddetta prova, risulta non essere una richiesta a cui il docente può sottrarsi, ma si tratterebbe di un vero e proprio ordine di servizio da eseguire con l’obbligatorietà del caso.

Uno dei docenti precettato ci scrive porgendoci la seguente domanda: “Posso astenermi dall’ordine di servizio che mi obbligherebbe a fare 2 ore di sorveglianza per il progetto extracurricolare?”.

Bisogna sapere che, ai sensi del comma 5 dell’art.28 del CCNL scuola 2006/2009, nelle scuole e istituti d’istruzione secondaria ed artistica, in coerenza con il calendario scolastico delle lezioni definito a livello regionale, l’attività di insegnamento si svolge in 18 ore settimanali, distribuite in non meno di cinque giornate settimanali. Se poi il docente, come è scritto nel comma 6 del su citato art.28,  avesse un orario di cattedra inferiore alle 18 ore settimanali, sarebbe tenuto al completamento dell’orario di insegnamento da realizzarsi mediante la copertura di ore di insegnamento disponibili in classi collaterali non utilizzate per la costituzione di cattedre orario, in interventi didattici ed educativi integrativi, nonché mediante l’utilizzazione in eventuali supplenze e, in mancanza, rimanendo a disposizione anche per attività parascolastiche ed interscolastiche.

Se quindi il docente di liceo è già destinatario ad inizio di anno scolastico delle sue 18 ore settimanali, non è obbligato ad accettare altri impegni aggiuntivi di lavoro. Gli unici impegni obbligatori che il docente ha da eseguire sono quelli riferibili alle 18 ore di servizio settimanale, alle 40 ore di partecipazione alle riunioni del Collegio dei docenti, ivi compresa l’attività di programmazione e verifica di inizio e fine anno e l’informazione alle famiglie sui risultati degli scrutini trimestrali, quadrimestrali e finali e sull’andamento delle attività educative nelle scuole materne e nelle istituzioni educative, e anche alle 40 ore di partecipazione alle attività collegiali dei consigli di classe.

Quindi si può dire che se il docente si trova nella situazione di avere una cattedra di 18 ore complete, allora può astenersi dall’incarico aggiuntivo che lo obbligherebbe a fare 2 ore di sorveglianza per il progetto extracurricolare.

.

Vigilanza dei docenti in progetti pomeridiani è obbligatoria? ultima modifica: 2017-03-08T12:19:56+01:00 da Gilda Venezia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl