Docenti potenziamento: niente valutazione, ma, hanno diritto al registro? Partecipano ai consigli di classe e agli scrutini?

Orizzonte_logo14

di Anselmo Penna  Orizzonte Scuola,   17.12.2015.  

CdC12

Quello dei docenti del potenziamento sembra essere ancora un mondo che necessita di essere delineato in alcuni aspetti legati al mondo della docenza.

Infatti, molti docenti assunti da Fase C ci chiedono se il loro operato è assimilabile ad un docente in posto comune, soprattutto relativamente alla valutazione.

Fermo restando che non è fatto divieto al docente dell’organico potenziato di esprimere una valutazione, essa, però, non potrà confluire nella valutazione finale e partecipare alla media.

Per quanto riguarda le presenze di tale personale, in caso di compresenza essa può essere segnata nel normale registro di classe, in caso di attività extracurriculari sarebbe opportuno che la scuola approntasse un registro cartaceo ad hoc, come quello utilizzato per i corsi di recupero.

Per quanto riguarda l’utilizzo di un registro personale, incluso quello elettronico, non vediamo il motivo per cui questi docenti non ne debbano avere uno in cui segnare le presenze degli studenti e verbalizzare gli interventi didattici che vengono effettuati.

Relativamente alla partecipazione ai consigli di classe e scrutini, la partecipazione o meno necessiterebbe di un chiarimento da parte del Ministero dell’istruzione.

Se, infatti, il docente non esprime un voto valido per la valutazione complessiva dello studente, esso potrebbe essere assimilato al docente di ora alternativa di religione cattolica che partecipa a pieno titolo ai consigli di classe per gli scrutini periodici e finali.

Docenti potenziamento: niente valutazione, ma, hanno diritto al registro? Partecipano ai consigli di classe e agli scrutini? ultima modifica: 2015-12-18T08:12:25+00:00 da Gilda Venezia

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl